Attualità e Politica Membership Completa

Demolizione controllata a Miami

Viviamo tempi agghiaccianti, anche se avventurosi. Pensiamo al crollo di un palazzo a Miami. E’ evidente che è stata una demolizione controllata, in stile 11 settembre 2001, quando furono abbattute le Torri gemelle e l’edificio n. 7. Pare che nel caseggiato si trovasse l’alloggio di John McAfee, il padre dell’antivirus più famoso nella prima era della Rete. McAfee è morto il giorno prima, il 24 giugno del 2021: ne è stato inscenato il suicidio in un carcere iberico, dove era detenuto in attesa di essere estradato negli Stati Uniti, essendo accusato di evasione fiscale. Non ci sorprende che i servizi abbiamo assassinato decine di persone innocenti, pur di far sparire documenti scottanti sulla Cabala o comunque per perseguire qualche scopo inconfessabile. Non è la prima volta. Inoltre forse non è stato scelto un giorno casuale per la demolizione, ossia il 25 giugno 2021: il giorno e l’anno separatamente, come somma, danno sette. Il numero “sette”, tra i molteplici valori simbolici – diamo a Cesare quel che è di Cesare, è un’intuizione di Luigi Baratiri – trasformato in una cifra digitale e letto al contrario, forma la parola EL… Intelligenti pauca.


ACCEDI SUBITO A 1,680 VIDEO ESCLUSIVI grazie a 5 giorni di prova gratuita. CLICCA QUI ADESSO


ARTICOLI CORRELATI

John McAfee:” i computer ci schiavizzeranno presto”

Numero 6 Team

John McAfee: “perchè il potere corrompe?”

Morris San

Chi ha ucciso John McAfee?

Morris San
  • Ho notato subito anch’io quegli sbuffi bianchi.
    Sono dovuti alle cariche esplosive.

    Il palazzo è stato buttato giù perché dentro c’erano gli uffici di McAfee con dei computer pieni zeppi di informazioni pericolose che, dopo la sua morte, avrebbero dovuto essere inviate a tutte le testate giornalistiche del mondo.
    Per evitare che questo potesse succedere, i servizi hanno demolito il palazzo in fretta e furia.

  • Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info

    >