Come funziona?

Gli utenti in genere interagiscono con i servizi DeFi tramite applicazioni software decentralizzate chiamate dapp (dall’inglese “decentralized apps”), che utilizzano per la maggior parte la blockchain Ethereum. A differenza di quanto accade quando si utilizza il servizio di una banca tradizionale, per utilizzare servizi DeFi non è necessario compilare una domanda o aprire un conto.

Di seguito sono indicate alcune delle attività in cui gli utenti interagiscono con i servizi DeFi:

  • Prestiti: prendere a prestito criptovaluta e guadagnare interessi e premi ogni minuto che passa, non solo una volta al mese.
  • Mutui: ottenere un mutuo istantaneamente senza dover compilare moduli, compresi mutui “flash”, cioè a scadenza estremamente breve, che le istituzioni finanziarie tradizionali non offrono.
  • Trading: effettuare transazioni peer-to-peer di determinate risorse in criptovaluta, cioè quanto accadrebbe se fosse possibile acquistare e vendere titoli azionari senza pagare commissioni di brokeraggio.
  • Risparmi per il futuro: accantonare in conti di risparmio alternativi parte della criptovaluta che si possiede e guadagnare interessi più elevati di quelli che si riceverebbero in genere dalle banche.
  • Acquisto di strumenti derivati: puntare su determinate risorse a breve o lungo termine. Queste risorse sono l’analogo per le criptovalute dei contratti a termine “future” e dei contratti di opzione sui titoli azionari.