Cos’è l’analisi fondamentale

L’analisi fondamentale si basa sul concetto che ogni asset ha un valore reale e equo. Tuttavia, in determinati momenti, ad esempio quando i trader non hanno ancora preso in considerazione nuovi fattori che influenzano questo valore, il mercato potrebbe non riflettere necessariamente il vero valore dell’attività. Ciò si traduce in un prezzo più alto o più basso di quanto dovrebbe essere realmente.

Se riesci a identificare quando un asset viene scambiato a un prezzo diverso dal suo valore reale, potresti avere l’opportunità di trarne profitto.

Questo perché in queste circostanze, ritengono gli analisti fondamentali, il prezzo tenderà naturalmente a “correggere” nel tempo, gravitando verso il suo valore reale, equo. Quindi, nell’analisi fondamentale, il tuo obiettivo è scoprire asset che sono attualmente sottovalutati o troppo costosi, quindi collocare operazioni per capitalizzare i loro potenziali movimenti man mano che il valore si corregge.

Per illustrare come funziona, immagina di vedere una bella casa in vendita in una zona impopolare e fatiscente. Supponiamo che tu faccia qualche ricerca e scopri che il quartiere sarà presto sottoposto a un importante progetto di rigenerazione: potresti essere in grado di acquistare la proprietà a basso costo, quindi trarne vantaggio quando gli acquirenti iniziano a riconoscerne il valore, aumentando il prezzo.

Un analista fondamentale potrebbe fare qualcosa di simile acquistando attività finanziarie che hanno un potenziale nascosto, in particolare azioni di società, su cui ci concentreremo in questo corso.

In cosa differisce dall’analisi tecnica?

Sebbene sia l’analisi tecnica che quella fondamentale implichino l’utilizzo delle informazioni disponibili ora per prevedere come potrebbe comportarsi un mercato in futuro, lo fanno in modi diversi.

Quando conduci un’analisi tecnica, ti concentri esclusivamente sui dati e sui movimenti dei prezzi, cercando tendenze e modelli che indicano la probabile direzione futura di un mercato. Nell’analisi fondamentale, invece, si ha una visione più olistica e si considerano tutte le circostanze che circondano il mercato. Potresti valutare la salute generale e il benessere di:

  • Un’intera economia
  • Industrie all’interno di quell’economia
  • Singole aziende che compongono un settore

Ciò potrebbe includere la valutazione di tutti i tipi di fattori, dai tassi di occupazione di un intero paese o dalla produzione manifatturiera fino al flusso di cassa e alle spese di una singola azienda. Si dice spesso che l’analisi fondamentale sia più rigorosa e completa dell’analisi tecnica perché tutto ciò che può influenzare il valore dell’asset viene studiato e preso in considerazione, non solo i dati sui prezzi e gli schemi grafici.

In pratica, sebbene tu possa sentire persone che sostengono l’uso di una forma di analisi rispetto all’altra, è normalmente saggio combinare elementi di entrambi i tipi se vuoi il quadro più completo e accurato del probabile comportamento di un mercato.

RIEPILOGO DELLA LEZIONE

  • L’analisi fondamentale si basa sul concetto che ogni asset ha un valore reale e equo verso il quale graviterà il suo prezzo
  • Gli analisti mirano a scoprire asset che sono attualmente sottovalutati o troppo cari, quindi piazzano scambi per capitalizzare i loro potenziali movimenti
  • A differenza dell’analisi tecnica, l’analisi fondamentale assume una visione olistica di tutte le circostanze che circondano un mercato