Perchè i trader vanno corto?

Ci sono una serie di ragioni per la vendita allo scoperto:

Speculazione

Se hai aperto una posizione corta speculativa, la tua intenzione sarebbe quella di trarre profitto da una potenziale flessione del mercato.

La vendita allo scoperto speculativa consente ai trader di rimanere attivi anche nei mercati ribassisti. Tuttavia, fare trading in questo modo significa assumersi un alto livello di rischio:

La tua perdita è teoricamente illimitata.

Supponiamo di vendere allo scoperto 100 azioni a un prezzo di 1000p: il tuo profitto massimo è di £ 1000 se il titolo scende a zero. Tuttavia, se il prezzo sale a, diciamo, 4000p, la tua perdita è di 3000 sterline e potrebbe continuare ad aumentare indefinitamente se le azioni continuano a salire. Non c’è limite a quanto in alto potrebbe salire il prezzo, dopo tutto.

Quindi è importante gestire il rischio quando si vendono allo scoperto. Spieghiamo come farlo nel corso “Pianificazione e gestione del rischio”.

LO SAPEVI?

Gli short trader speculativi possono essere vantaggiosi per il mercato, aumentando i volumi di trading e la liquidità. Tuttavia, possono anche influenzare i movimenti del mercato, contribuendo anche ai crolli del mercato.
Nel 1992, George Soros ipotizzò che la sterlina sarebbe caduta dopo un periodo prolungato in cui il governo britannico ne aveva artificialmente sostenuto il valore. Indebolito dalla pressione delle vendite allo scoperto, comprese le grandi operazioni di Soros, la politica del governo è diventata insostenibile. La Gran Bretagna si è ritirata dal meccanismo europeo di cambio, facendo precipitare la sterlina. Rischiando $ 10 miliardi in posizioni corte, Soros ha guadagnato $ 1 miliardo durante la notte e il suo profitto finale è stato di quasi $ 2 miliardi.

Copertura

Mentre gli speculatori si assumono il rischio, al contrario gli hedger cercano di proteggersi da esso.

Prendere una posizione corta è una strategia comune per compensare (o “coprire”) il rischio di movimenti di prezzo negativi in una posizione lunga che detieni.

In breve, l’idea è che se la tua posizione lunga fa una perdita, la tua posizione corta realizzerà un profitto per compensare.

Ad esempio, se possiedi una selezione di azioni del FTSE 100, potresti assumere una posizione corta sull’indice FTSE nel suo insieme per compensare potenziali perdite in caso di calo del mercato. Vedrai comunque un calo nel tuo portafoglio azionario, ma la tua posizione corta sull’indice stesso contribuirà a ridurre la perdita complessiva.

Quindi una copertura è come una forma di assicurazione. E, come ogni assicurazione, ha un costo: se la tua posizione lunga realizza un profitto, la copertura corta normalmente subirà una perdita che la ridurrà. Tuttavia, i trader spesso ritengono che la protezione offerta dalla copertura ne valga la pena.

Modi per vendere allo scoperto

In pratica, i trader al dettaglio possono avere difficoltà a trovare un broker che offra servizi di short trading a investitori privati. Tuttavia, puoi anche andare short utilizzando una serie di prodotti derivati:

  • Opzioni
  • Futures
  • Scommesse con spread (solo Regno Unito)
  • Trading di CFD

RIEPILOGO DELLA LEZIONE

  • I trader possono andare short per speculare sui movimenti del mercato (assunzione di rischi) o per coprire posizioni lunghe (protezione contro il rischio)
  • Il rischio è teoricamente illimitato quando vai short
  • Oltre a negoziare tramite un broker, puoi utilizzare prodotti derivati per andare short