fbpx
Economia e Finanza Membership

Ecco come Visa e Mastercard ci stanno facendo diventare più poveri

Visa, Dinners Club, American Express..
Come fanno le aziende di carte di credito a guadagnare enormi somme?

Oltre a portare potenziali vantaggi ai consumatori, tuttavia, le carte di credito generano anche un reddito significativo per le società di carte di credito da una vasta gamma di fonti. È qui che le banche e altri emittenti di carte di credito generano i loro profitti.

INTERESSE
Forse il modo più ovvio con cui gli emittenti di carte di credito generano reddito dalle carte di credito è il pagamento degli interessi effettuati dai consumatori. Questo costituisce la parte più grande del loro reddito, con chiunque abbia un saldo di mese in mese che paga interessi sul proprio debito (a meno che la carta di credito non abbia un tasso di interesse dello 0% a causa di un trasferimento di saldo o di un tasso introduttivo, per esempio).

I consumatori possono evitare addebiti per interessi pagando il saldo ogni mese. Un modo utile per farlo è impostare un addebito diretto per pagare automaticamente l’importo ogni mese. In alternativa, un semplice avviso di calendario in un diario elettronico per cancellare un saldo può anche essere sufficiente per aiutare i titolari di carta a evitare di pagare gli interessi.

TASSE DI CONSUMO

Le carte di credito addebitano ai consumatori una serie di commissioni, comprese le commissioni annuali, le commissioni per il pagamento ritardato di un saldo, le spese per il prelievo di contanti e una commissione di transazione non in sterline quando la carta viene utilizzata all’estero.

Per molti consumatori è possibile trovare una carta di credito che offra commissioni relativamente basse. Ad esempio, sono disponibili una varietà di carte di credito che non addebitano commissioni annuali, mentre un’ampia gamma di carte di viaggio potrebbe ridurre il costo della spesa all’estero.

COMMISSIONI DEL COMMERCIANTE

Gli emittenti di carte di credito generano anche entrate dall’addebito di commissioni ai commercianti. Vengono generati quando un rivenditore accetta un pagamento con carta di credito, con il rivenditore che paga una percentuale del valore della vendita all’emittente della carta di credito. Questo è generalmente intorno all’1,75% ed è chiamato tasso di interscambio.

La rete delle carte di credito addebita inoltre ai rivenditori una commissione per transazione. Le reti includono Visa e Mastercard, ad esempio, con un addebito di circa lo 0,12% per transazione.

L’esistenza di commissioni per i commercianti può significare che gli emittenti di carte di credito sono disposti a offrire importi considerevoli di rimborso e premi in cambio dell’utilizzo della carta. Pertanto, i consumatori possono ricevere denaro o buoni da punti fedeltà a lungo termine, semplicemente utilizzando la propria carta di credito ove possibile.

CONCLUSIONE

Le carte di credito permettono a Banche ed istituti di credito di arricchirsi alle spalle dell’utente finale che spesso le utilizza proprio perchè in difficoltà finanziaria.

Ecco alcune risposte nel video esclusivo!

  • Sub strozzinaggio evidente, su vasta scala.Tornare al baratto e alla moneta? Gia’ la cartamoneta continuano a cambiarla (vedi 50€ 20€ 5€ ,spariti i 100€….)prendendo la scusa della contraffazione. Per me in realta’ la BCE stampa euro a ns (italiani)debito,per pagare pensioni , pubblici dipendenti (con incentivi per stare a casa “e altri vari servizi “)super remunerare i collaborazionisti per poi presentarci conto a brevissimo.Direttamente da conti correnti bloccando sportelli, bancomat e carte di credito.

  • Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info

    >