fbpx
Interviste Scomode Membership

Intervista a Gioele Sasso: la paleoastronautica

Morris San ha intervistato Gioele Sasso il 01/12/2020.

Chi è Gioele Sasso?

E’ Heikudo, nome d’arte di Gioele Sasso. 

E’ un medico di professione e innamorato del suo lavoro, ma ha sempre avuto una grande passione per la Storia.

A 7 anni erano i dinosauri, poi gli Egizi, i Romani, la Seconda Guerra Mondiale, il Medioevo, alla fine non c’era periodo storico che non trovasse a suo modo interessante.

Qualche anno fa, per gioco, ha aperto un canale youtube e, dopo qualche tempo ha iniziato a raccontare piccole e grandi storie in modo molto semplice, da appassionato per altri appassionati. 

Ora sono in tanti a collaborare al progetto e, anche se lui continua a “metterci la faccia” dietro il canale della Biblioteca di Alessandria ci sono tanti ragazzi e ragazze che discutono, offrono spunti e talvolta scrivono direttamente le pillole.

Le domande poste a Gioele Sasso durante l’intervista:

  • Chi è Gioele Sasso?
  • Cosa ha spinto un medico ad appassionarsi di storia?
  • Vi è stato un momento dove hai realizzato che la storia che ci viene raccontata non corrisponde al vero? Puoi farmi un esempio?
  • Chi ha costruito le piramidi e che tecnologia hanno utilizzato?
  • Che idea ti sei fatto della paleoastronautica?
  • Vi e` il rischio che le autorità ci abbiano nascosto la verità?
  • Come possono mettersi in contatto con te gli utenti?
  • Mmm…non mi convince sto tizio.
    Sembra l’avvocato del diavolo…. si limita troppo nel rispondere alle domande di Morris.
    Ce ne tanta di storia occulta e di prove che gli appassionati portano a galla. La realtà che viviamo oggi ne è la conferma.

  • Come fa questo signore a dire che l’idrossiclorochina non lo ha convinto? Ci sono stati medici come il Dr. Cavanna che ha curato pazienti a casa con questo farmaco. Altri medici intervistati da Morris (Dr. Bacco, Dr, Raino) hanno detto che questo farmaco poteva salvare molti pazienti.

  • Bah fortuna Morris che è intervenuto sul sarcofago xchè questo ragazzo nn sa abbiamo miliardi di prove che è stata usata un altro tipo di tecnologia poi che vada da strumenti materiali o non come anche il magnetismo si suppone ma questo nn lo sappiamo cmq abbiamo città costruite sopra monti come in Perù che Morris sa sicuramente che è impossibile farlo a mano anche cn milioni di persone ad aiutare ciao a tutti ♥️ della piattaforma

  • Sull’edificazione delle piramidi, Alessandro De Angelis, sempre su questo canale, ha detto molte cose.
    Precisando che è tutto documentato: la tecnologia aliena non c’entra.
    Sull’idrossiclorochina anche altri professionisti, come il Dott. Scoglio, (il primo che mi viene in mente) hanno dichiarato che non è la soluzione universale per la cura del Coso. Va valutata di caso in caso.
    La medicina è una branca della conoscenza che studia soggetti, non oggetti, uno diverso dall’altro.
    A me piace ascoltare tutte le opinioni.
    O quasi. Quelle esagerate comincio ad ascoltarle, poi abbandono.

    • [ “Aa-moorris !?! . . . perché non si può mettere più d’un like per persona ?! . . . io a Diego ne mettevo almeno 4 ! . . .” : “… la cura del coso, va valutata di caso in caso . . . ( Eh certo ! . . . : soprattutto quando i tamponi sono stampati per beccare a caso fra sei possibili, diversi fra loro e anche facili . . . cosi ) — hhhhagagah ha a aha a ! !!!! . . . ” — m’è venuto maldipancia dal ridere ] Grazie Diego : sei una forza !

      Cmq . . . scherzare a parte : come Morris è andato vicinissimo a capire e dire, “può esistere una tecnologia che non lascia (QUASI) tracce oltre al risultato”, e quella vibrazionale penso che possa più d’ogni altra “essere quasi invisibile”.
      Oppure : “Un’opera fatta con strumenti e insegnamenti ereditati da una cultura extraterrestre, CONTA COME ALIENA ? . . .” – dimmelo tu.

      Ma la frase “La medicina è una branca della conoscenza [invece che : “del sapere”] “, mi piace molto – voglio pensare che . . . sai e conosci la differenza fra ‘osservazione astratta’ e ‘osservazione empirica’.

  • Mi aspettavo qualche commento sulla nuova cronologia di anatoly fomenko, e’ una teoria che se fosse vera davvero cambia tutto.
    Ultimamente e’ uscito un documentario molto interessante sulle piramidi 800 persone potrebbero riuscire a fare quella di cheope in 6 anni, le pietre sono formate con un processo chimico. Praticamente stampate sul posto….l animazione e’ molto ben fatta, il documentario dura 4 ore.
    restano da spiegare i visi delle statue che misurate sono perfettamente sinmetriche, impossibile a mano. La tecnologia usata per i vasi di ossidiana e di vari altri materiali con forme cosi’ perfette che senza un tornio non si riuscirebbero a fare…..di sicuro la tecnologia era avanzata.
    la datazione non e’ certa ma l’ erosione della sfinge ne prova l antidiluvianita’…la vera domanda e’ perche’ si e’ regrediti??
    che cosa e’ successo?? e se fomenko avesse ragione?
    Altro documentario che avevo visto diceva che l umanita’ usa dall eta’ del bronzo 700 milioni di tonnellate di rame in piu’ di quello che poteva essere minato nelle miniere allora conosciute. risulta che questo rame anche per la sua composizione chimica possa venire solo dalla regione dei grandi laghi. alcune fasciature di barche minoiche ritrovate di 5200 anni fa erano fatte di quel rame.
    Non ricordo se 1000 o 10000 minatori impiegherebbero 1000 anni per estrarli ma a parte questo….il trasporto in europa??? con le barchette?? quante centinaia di migliaia di viaggi ci vorrebbero?
    e ancora le tracce di cocaina trovate nella mummie egiziane??
    di sicuro della storia passata non sappiamo un granche’…e le versioni ufficiali scricchiolano sempre di piu’

    • Drey ! . . . ché piacere.
      Da un’ipotesi ben archeo-tecnologicamente fondata e archeosperimentalmente dimostrata, a un giocare con i numeri per passione matematica, ce ne passa . . . Ma cmq : “Per essere liberi : nessuna aspettativa” !

      Ceerto, che la domanda più utile che esista PORRE a sé stessi è “Perché son venuto/a meno alla fedeltà verso il mio sapere migliore ? . . .” !!!!…
      Oh no ! . . . grazie a Dio ! , che la realtà non è del “tipo” descritto da allucinazioni fantasticative della ragione ! . . . O non sai forse, ancora, che la ratio, il voler misurare con un calcolo PER PRENDERE , è sempre . . . metafisico-matematicamente fallimentare, IN QUANTO DISTRUGGE LA STRUTTURA DELL’ UNITA’ sulla qual STRUTTURA ETERNA l’ Esistenza può venir basata ? ? ! ! . . . : “Massì chelosaaii ! . . . “.

      • Caspita ti piace arzigogolare amico hahaha…
        Le teorie che ho sentito non sono dimostrazioni… nessuna!!! fomenko mi intriga pensando che la cronologia che conosciamo e’ stata decisa da scaligero su supervisione della chiesa nel secolo 16….dove c’e’ la chiesa di mezzo mi suona il l allarme rosso!!
        per quello che riguarda il sapere dell umanita’ che sia venuto meno ho delle idee ma nessuna certezza….
        di sicuro qualcuno ha occultato un passato tecnologico che visti i ritrovamenti in sud africa di costruzioni di 250000 anni fa con particolari proprieta’ eletromagnetiche
        e’ a parere mio certo…
        per quanto riguarda me quando non ho la risposta alla domanda chiudo gli occhi apro la mente seguo il mio istinto e la risposta arriva dall infinito sapere collettivo.
        chi cerca trova ma le domande giuste sono fondamentali.

  • Questo tizio potrebbe andare tranquillamente alla Rai o a Mediaset. Livello di approfondimento zero assoluto. Il nulla cosmico. Su Nazca lui dice che non ci sono prove, invece non è vero, proprio lì hanno trovato la mummia di Nazca (perché non gliel’hai chiesto?), vedi il video della Susy.
    Sui Savi di Sion, dicono che è un falso ma intanto tutto corrisponde perfettamente!
    Morris mi spiace ma questa intervista proprio non dà valore aggiunto a chi studia certi argomenti, penso che molti qui sappiano più cose di costui.

    • Caro Morris la qui presente Donatella è una che dice chiaro ma senza – mi pare con queste poche parole scritte – voler mettersi al di sopra ! . . . : persone così sono quelle da intervistare . . . riguardo alla loro “passione di fondo” ::::::::: che è la “Verità” !

      Ti prego non supporre che io “te ne faccia” una colpa, nessuno è tenuto a esser informato su e di tutto ! , ma . . . se tu avessi saputo che quella scoperta raggiunta filologicamente da Felice Vinci è ENORME , ti saresti accorto che persone

      ( e ripeto : IO PARLO DELLA QUALITà DELL’ “IO” MATERIALE , “io” CHE NON è l’individualità eterna o “io sono” la quale sì ! è da rispettare e non la si può giudicare ! . . . )

      che si esprimono con questo tipo di . . . leggerezza allegrosa, più sbordante verso il presumere ché verso il verificare, persone che “appiattiscono” (pur magari non intendendolo fare ! ! . . . come sembra in quest’uomo) ad uno stesso livello di mediocrità una “cosa” come “un’altra”, non si può, non è Giusto, ascoltarle con un livello di maggiore . . . affidante stima.

      Il modo con cui quest’uomo ripete “…però ME LO DEVE dimostrare … basta che ME LO dimostri con prove concrete [ prove CH’EGLI NEPPUR SI SOGNA DI ELENCARE DESCRITTE SECONDO L’ORDINE DI VALORE DEL CRITERIO : comportamento tipico degli scetticisti ovvero di coloro che fondano la loro visione “scientifica” su emozioni & ragioni invece che sulla VERIFICA . . . ] “, rivela che la sua passione effettiva è più verosimilmente quella di . . . “stare al centro dell’attenzione”. Forse questa personalità è un “cripto-scettico” senza che la coscienza che anima la persona ne sia consapevole.

      E siccome “mostrarsi”, attirare attenzione sulla propria presenza, fatto fine a sé stesso, NON è un Bene : io me la son guardato su di me e me lo son tolto, e da lì posso METTER IN GUARDIA chi è a rischio ( DIO PADRE-MADRE Creatore vuole che diventiamo perfetti come Lui , ma . . . : non significa “onnipotenti come lui” . . . però purtroppo il mestiere del medico . . . IMPLICA TALE TENTAZIONE . . . che molto ma molto sottilmente si camuffa dietro a varie “sfaccettature” socialmente ritenute accettabili o persino buone . . . ).

      “Medico guarisci te stesso” io mi sforzo di farlo ogni giorno. Moltissimi fratelli e sorelle che fanno il cosiddetto “medico” . . . : mica tanto . . . E in questo caso ne hai intervistato uno che è sicuramente in buonafede, e che spesso è persin piacevole stare ad ascoltare nella sua non dubitabile acutezza e prestanza intellettiva. Ma : parla di fatti gravi della NOSTRA REALTà COMUNE come . . . un giovanotto continuerebbe a parlare dei vari fumetti di cui era appassionato soltanto qualche anno prima da bambino, ovvero : “dando al loro contenuto di senso una INDIFFERENTE importanza”. A te “ti frega qualcosa” sapere di tali importanze ? . . . a me e ai vari scriventi in questa pagina no.

      Se confronti una simile attitudine (di cui gli auguro di Cuore che si guarisca un giorno ben prossimo ) con i modi di un Massimo Mazzucco, o di uno Stefano Scoglio, sai cosa scegliere – in fondo : non è forse vero che il “giornalista” sta eseguendo una “PRE-scelta riguardo alla qualità RIPORTATA ” ! ? ? ! . . .

      Grazie Donatella, che dici sinceramente e apertamente ( in tue parole che certo l’ego percepisce come “dure e giudicanti” ) la SUPERFICIALITA’ che perviene attraverso questo tipo di modi – la quale NON FA BENE , A NESSUNO/A di noi.
      Però anche, d’altro canto (lo dico per il caso tu non ne avessi già chiarezza) : la coscienza che ancora “fa così”, NON si rende conto di COSA egli o ella sta essendo, di COME lui o lei stia facendo.

  • Ciao Morris… Una richiesta… Potresti intervistare Mauro Biglino? Sono convinta sia una persona con una conoscenza e dotato di un tipo di intelligenza eccezionali. Potrebbe essere spunto per molte chiacchierate, qui sulla piattaforma. Un abbraccio

  • Morris questa é l unica intervista che secondo me non c’entra nulla col tuo canale. Sembra di sentire parlare uno qualunque del cicap. Non per colpa tua ma….ok dare spazio…ma soggetti così possono trovare spazio ovunque con tesi in linea col sistema. Numero6 a mio avviso dovrebbe ospitare chi viene escluso per il suo pensiero e non può parlare liberamente. Mia opinione, grazie Morris!!

  • al min. 16:00…mi ricorda il ‘mistero’ della cura virus ep.c – chi voleva curarsi poteva fare un viaggio in INDIA fino a 5/10 anni fá, trovando il farmaco al 10% del prezzo che aveva in Italia. Oppure, a chi non poteva permetterselo, aspettando i ‘tempi da protocollo…’ veniva fornita l intera cura dal s.s.n. con lo stesso principio attivo ma acquistato dalla sanità italiana a cifre indicibili da case farmaceutiche diverse….’misteri’ dei meandri sanitari .

  • Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info

    >