fbpx
  • importantissimo grazie Igienista Mentale, potrai fare altri approfondimenti ? Grazie

    Il brevetto Microsoft descrive il monitoraggio dell’attività cerebrale per estrarre la criptovaluta
    Il brevetto suggerisce di utilizzare il calore corporeo, i fluidi o le onde cerebrali per convalidare le transazioni blockchain e premiare gli utenti con valuta digitale come Bitcoin.

    Tracciando le onde cerebrali quando qualcuno guarda un annuncio pubblicitario, Microsoft spera di utilizzare i dati generati come una “prova di lavoro”. Questa è la convalida di una transazione, o il completamento di un’attività, in un sistema blockchain e il modo in cui la creazione di valuta viene convalidata in un modello di criptovaluta.

    “Invece del massiccio lavoro di calcolo richiesto da alcuni sistemi di criptovaluta convenzionali, i dati generati in base all’attività corporea dell’utente possono essere una prova di lavoro e, quindi, un utente può risolvere inconsciamente il problema difficile dal punto di vista computazionale”, continua il brevetto. Per accedere a questi dati di convalida, l’utente umano dovrebbe avere un sensore collegato o installato nel proprio corpo. Microsoft prevede che gli utenti vengano ricompensati per aver consentito il monitoraggio del proprio corpo in questo modo pagandoli in criptovaluta per l’esecuzione di attività specifiche.

    Oltre alle onde cerebrali e al calore, il brevetto suggerisce anche di utilizzare il “flusso del fluido corporeo” e “l’attività e il movimento degli organi” per tenere traccia di una serie di attività, tra cui l’utilizzo di social media, motori di ricerca, e-mail, visita di siti Web o utilizzo di chatbot. Resta da vedere cosa accadrà con questo brevetto; sebbene sia stato pubblicato un mese fa, è ancora da concedere. Anche allora, come osserva The Register , le grandi aziende tecnologiche utilizzano prevalentemente i brevetti come mezzo per difendersi da future violazioni del copyright, piuttosto che trasformarli direttamente in prodotti, quindi è possibile che questo non vedrà la luce nello spazio dei consumatori.

  • Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info

    >