Qtum 3
Indice Coin e Token

Qtum

Cos’è Qtum (QTUM)?

Qtum (pronunciato “quantum”) è una piattaforma blockchain open source per contratti intelligenti proof-of-stake (PoS) e protocollo di trasferimento del valore. Mira a riunire i punti di forza di Bitcoin ed Ethereum in un’unica catena. Qtum si basa sul modello di transazione UTXO di Bitcoin, con la funzionalità aggiunta di esecuzione di contratti intelligenti e DApp. Di recente, la piattaforma ha aggiunto il supporto per le applicazioni DeFi. A partire da marzo 2021, ci sono più di 20 token creati sulla blockchain di Qtum.

Il progetto è stato annunciato a marzo 2016 e ha tenuto un ICO un anno dopo, a marzo 2017, che ha portato ai suoi fondatori $ 15 milioni di dollari. La catena principale Qtum è stata rilasciata il 13 settembre 2017. Inizialmente, la moneta Qtum è stata emessa come token ETH-20, ma con il lancio della rete principale è stata convertita in blockchain nativa.

Chi sono i fondatori di Qtum?

Patrick Dai è il fondatore del progetto e il presidente della Qtum Foundation. Ha studiato informatica alla Draper University e poi ha abbandonato il dottorato all’Accademia cinese delle scienze. Ha iniziato la sua carriera come product manager presso Alibaba e poi ha lavorato a una serie di progetti blockchain, tra cui Factom, Vechain, Bitse Group e Meilink prima di avviare Qtum nel 2016. Va notato che una volta era conosciuto con il nome di Steven Dai, quando era il CTO del famigerato progetto BitBay, che sarebbe stato oggetto di uno scandalo di truffa d’uscita.

Gli altri due co-fondatori sono il CTO e l’architetto blockchain Neil Mahi e lo sviluppatore principale Jordan Earls.

Stephen (Xiaolong) XU è uno sviluppatore principale di Qtum dal 2017, in precedenza ha lavorato presso Tencent e Microsoft come sviluppatore di software e ha conseguito una laurea in Computer Vision presso l’Università dell’Accademia delle scienze cinese.

Molti dei membri del team elencati sul sito ufficiale di Qtum sembrano non avere una pagina Linkedin attiva o un profilo Github. È confermato tuttavia che Qtum ha diversi sostenitori di alto profilo, tra cui Roger Ver di Bitcoin.com e Jeremy Gardner, uno dei primi investitori di criptovalute diventato professionista della cura della pelle, co-fondatore di Augur ed EIR in Blockchain Capital.

Cosa rende Qtum unico?

Qtum è una blockchain generica che cerca di affrontare quattro questioni che i suoi fondatori hanno trovato più problematiche nelle piattaforme blockchain BTC ed ETH: interoperabilità, governance, rigidità e costo del meccanismo di prova del lavoro e difficoltà di connettere contratti intelligenti con applicazioni di vita reale. La blockchain di Qtum ha due tecnologie uniche che mirano a risolverlo: Account Abstraction Layer (AAL) e Decentralized Governance Protocol (DGP).

L’Account Abstraction Layer integra il livello dell’account UTXO (Unspent Transaction Output) ereditato da Bitcoin con il livello del contratto intelligente, ispirato a Ethereum. Consente agli utenti di creare applicazioni e ospitarle su macchine virtuali, inclusa la Ethereum Virtual Machine (EVM) e la macchina virtuale x86. Supporta anche il set di istruzioni i686 e diversi linguaggi di programmazione come C, C ++, Rust e Python, il che rende molto facile adottare app esistenti e compilare per Qtum. Non solo consente la creazione di contratti intelligenti completi, ma Qtum prevede anche di integrare librerie di programmazione comuni sotto forma di contratti intelligenti.

Il Decentralized Governance Protocol consente ai contratti intelligenti di modificare i parametri fondamentali della rete come la dimensione del blocco e le tariffe del gas senza mai dover eseguire un hard fork della blockchain, il che potrebbe far risparmiare molti problemi mentre la rete si evolve. Minatori (stakers), sviluppatori e titolari di QTUM all’interno dell’intero ecosistema sono coinvolti nella governance della blockchain attraverso il voto e la blockchain può realizzare autogestione, aggiornamenti e iterazione.

Quante monete Qtum (QTUM) ci sono in circolazione?

Secondo il white paper Qtum, la fornitura iniziale di monete QTUM era di 100 milioni, tutte coniate immediatamente prima che il progetto andasse online. 51 milioni di monete sono state vendute al pubblico tramite un processo ICO nel marzo 2017. Oltre a ciò, 8 milioni di monete sono andate ai primi investitori privati ​​e 12 milioni sono stati assegnati al team di progetto con un blocco di quattro anni. Il resto è controllato dalla Qtum Chain Foundation, una società senza scopo di lucro registrata a Singapore, che lo riceverà in quattro parti entro marzo-2021. Si tratta di 20 milioni di monete stanziate per scopi di sviluppo aziendale e il 9% per la ricerca e la promozione accademica.

L’offerta di monete non è fissa, i nuovi token possono essere estratti con la ricompensa del blocco dimezzata ogni quattro anni dal sussidio iniziale della ricompensa del blocco di 4,0 QTUM per blocco, passando attraverso sette dimezzamenti fino a raggiungere lo zero entro il 2045, quando l’offerta massima raggiungerà 107.822.406 QTUM.

Come viene protetta la rete Qtum?

L’approccio tecnico a Qtum non è lo stesso utilizzato attualmente da Bitcoin ed Ethereum. Qtum ha scelto il meccanismo di consenso MPoS (mutualized proof-of-stake) per la sicurezza della rete. È una versione modificata di Proof-of-Stake 3.0.

Il protocollo incentiva gli utenti a mantenere le loro monete bloccate per facilitare e proteggere la convalida del blocco. Questo si chiama picchettamento. La conferma di ogni blocco è una competizione tra i possessori di monete, dove in base alla connettività alla rete e alle possibilità casuali si arriva a destra per convalidare il blocco. A differenza dei primi protocolli PoS, qui la ricompensa del blocco è costante e non dipende dall’età della moneta per determinare la probabilità di ottenerla. I premi vengono distribuiti proporzionalmente alla puntata, quindi più monete vengono puntate, maggiore sarà la ricompensa che l’utente ottiene. Inoltre, il protocollo MPoS è protetto dagli attacchi di “contratto spazzatura” suddividendo il 10% della ricompensa del blocco tra il minatore che produce blocchi e nove minatori precedenti e ritardando il restante 90% di 500 blocchi in futuro.

A differenza del meccanismo di proof-of-work utilizzato in Bitcoin, gli algoritmi di proof-of-stake sono significativamente meno costosi da mantenere, sono più rispettosi dell’ambiente e possono fornire una grande quantità di decentralizzazione, che è la pietra angolare della sicurezza blockchain.

Dove puoi acquistare Qtum (QTUM)?

QTUM è un token liberamente negoziabile, disponibile sulla maggior parte delle borse. Le coppie disponibili per il trading includono Bitcoin e altcoin, stablecoin e denaro fiat.

I migliori scambi per il trading in Qtum sono attualmente Binance, Huobi Global, OKEx, HBTC e Hydax Exchange. Puoi trovarne altri elencati nella nostra pagina degli scambi di criptovalute.


AIUTACI A RAGGIUNGERE PIU' PERSONE POSSIBILI. Creare l'informazione libera ha un costo ed abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti. Potrai ACCEDERE SUBITO A 2380 VIDEO ESCLUSIVI grazie a 5 giorni di prova gratuita. CLICCA QUI ADESSO


Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info

>