Dove e come trasferirsi

COME SCOPRIRE IN QUALI STATI SI PUO’ ANCORA VIAGGIARE SENZA DITTATURA SANITARIA

Per fortuna non tutti i Paesi hanno ceduto alla dittatura sanitaria, e si può ancora viaggiare in alcuni Stati del mondo senza restrizioni.

La cosa importante è fare la differenza tra le restrizioni scritte sulla carta e quello che succede realmente nel Paese, infatti in alcuni Stati ci sarebbe l’obbligo della mascherina, per esempio nei ristoranti, ma in realtà nessuno la usa.

Abbiamo selezionato per te 5 stati dove si può viaggiare senza dover pensare alla dittatura sanitaria!

ALBANIA

L’Albania è aperta ai viaggi da tutti i Paesi e la maggior parte delle restrizioni nazionali è stata revocata.

Vige ancora l’obbligo di mascherina al chiuso e il coprifuoco notturno tra le 23:00 e le 18:00 ma di fatto ristoranti, bar e caffè rimangono aperti oltre tali orari.

A chiunque arrivi in ​​Albania è richiesta la prova di nino o un test PCR negativo effettuato entro le 72 ore prima della partenza, mentre per chi arriva senza test o prova di nino, è richiesta una quarantena di 10 giorni.

Gli arrivi vaccinati possono invece presentare la prova della vaccinazione.

SVEZIA

I viaggi da e per la Svezia sono limitati ai viaggiatori provenienti dai Paesi Europei e da pochi altri Paesi, ma le restrizioni nazionali sono per lo più revocate, infatti non vi è obbligo di mascherina in bar, ristoranti e altre attività e attrazioni.

Non c’è quarantena obbligatoria quando si entra in Svezia, ma è necessario presentare la prova del nino oppure un test PCR negativo effettuato fino a 72 ore prima dell’arrivo.

Se però si arriva dagli altri Paesi scandinavi, si è esenti dal dover presentare il test.

TANZANIA

La Tanzania è aperta ai viaggiatori di tutti i paesi e la maggior parte delle restrizioni sono state revocate sia per i viaggi nazionali che internazionali.

Ai passeggeri in arrivo è richiesta la compilazione di un modulo prima dell’ingresso in Tanzania e di fornire un test PCR negativo eseguito 72 ore prima dell’ingresso.

Inoltre i passeggeri sono sottoposti a screening sanitario e a chiunque mostri sintomi di moscone, potrebbe essere richiesta l’auto-quarantena per un massimo di 14 giorni.

Ristoranti, caffè e bar sono regolarmente aperti dove indossare la mascherina non è obbligatorio, è solo consigliato, ma di fatto nessuno la usa.

TURCHIA

La Turchia ha aperto i suoi confini e sta riprendendo i voli paese per paese revocando man mano le restrizioni.

Al momento infatti il trasporto pubblico, le attrazioni e i ristoranti sono ancora aperti con capacità limitata, orari ridotti e, solo in teoria, obbligo di mascherina visto che nessuno la usa.

I cittadini stranieri che arrivano in Turchia devono registrarsi online con 72 ore di anticipo presentando o la prova del nino o un test PCR negativo, non più vecchio di 72 ore, e saranno sottoposti a screening dei sintomi.

Chiunque arrivi in ​​Turchia senza risultati dei test, potrebbe essere tenuto a mettersi in auto-quarantena in una struttura governativa.

COSTA RICA

Il Costa Rica ha riaperto le frontiere ai viaggiatori da qualsiasi paese e sta gradualmente revocando alcune restrizioni a livello nazionale.

Non è necessario mettersi in quarantena quando si arriva in Costa Rica ma è richiesto di completare un’indagine epidemiologica e acquistare un’assicurazione medica che copra il trattamento e il costo dell’alloggio nel caso di moscone, a meno che non si è completamente ninati.

Alcune strutture come hotel, ristoranti e cinema si riservano la possibilità di richiedere la prova del nino per entrare ma comunque operano normalmente e senza limitazioni.

Ci sarebbe un coprifuoco notturno dalle 23:00 alle 17:00 con limitazione degli orari di apertura dei locali.

La mascherina sarebbe in teoria obbligatoria nei luoghi pubblici chiusi e sui mezzi pubblici.

Per chi volesse maggiori informazioni su altre destinazioni può consultare direttamente il sito Tripsguard


AIUTACI A RAGGIUNGERE PIU' PERSONE POSSIBILI. Creare l'informazione libera ha un costo ed abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti. Potrai ACCEDERE SUBITO A 3280 VIDEO ESCLUSIVI ed i corsi sull’oro, criptovalute e la creazione della comunità grazie a 5 giorni di prova GRATUITA. CLICCA QUI ADESSO


5 comments

Marco Ambrosetti 18/11/2021 at 17:15

Dovremmo ricordare che in ordine di importanza Turchia, Albania e Svezia sono paesi soggetti all’alleanza atlantica, giurisdizione militare compresa, quindi perfettamente concordanti con le malatissime istituzioni italiane. Questo a prescindere dalla stima che si può avere delle popolazioni locali.

fabiana r. 13/11/2021 at 21:18

Vorrei sapere della Giamaica e del Brasile

Davide Padula 13/11/2021 at 15:26

Il test antigeni adesso non vale più??Solo pcr??Non voglio gli stecchi fino al cervello!

Massimiliano Baldelli 13/11/2021 at 12:56

Ma perché nessuno specifica mai i guariti da meno di 6 mesi?
Un guarito ha degli anticorpi molto più efficaci di un ninato e quindi gli si dovrebbero applicare almeno le stesse regole di uno che ha fatto il nino.
Sapete dove si possono trovare queste informazioni per i vari paesi?
Grazie.

Titti17 Verdi 13/11/2021 at 11:02

Non sono gli unici, vero?

Scrivi un commento

Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info