Attualità e Politica

Il governo non vuole che tu sappia dei Twitter Files e questo è il perché

Di sicuro non avrai mai sentito parlare dei Twitter Files nei principali media mainstream ed è una scelta del governo americano.
Questi documenti di cui è entrato in possesso Elon Musk, dopo l’acquisizione di Twitter, mettono al guinzaglio il presidente americano Joe Biden.
Vediamo insieme la vicenda come si svolge e come finirà.

Testo del video

Hai mai sentito parlare dei twitter files?

Probabilmente la risposta sarà NO ed adesso ti spiego esattamente perchè.

Twitter è solo il diciassettesimo social al mondo con 400 milioni di utenti all’anno, eppure, è una delle armi del ventunesimo secolo più utilizzata dal governo Americano.

Infatti dei 16 social media che hanno più visitatori di twitter, pochissimi vengono utilizzati per diffondere notizie in tempo reale di che cosa sta accadendo nel mondo.

Facebook serve per rimanere in contatto con i propri amici, instagram per postare le proprie foto in costume e tiktok per sapere come sono bravi a ballare i medici e dottori sommersi dal lavoro delle pandemie.

Twitter è rimasto negli ultimi anni uno dei pochi social ad essere utilizzato principalmente per diffondere notizie

e moltissime persone, soprattutto in America, lo utilizzano per attingere queste informazioni in tempo reale.

Infatti il vero vantaggio di Twitter è che puoi ricevere delle notizie ad una velocità 100 volte superiore a quella di qualsiasi altro social.

Ed è propria questa velocità ad aver fatto paura al Governo Americano così come all’Europa soprattutto durante il periodo della fandemia.

Immaginate che imbarazzo avrebbero suscitato le notizie false dette in televisione se poi fossero state smentite in real time dai diretti interessati su twitter.

Uno scandalo incredibile.

Inoltre quando un tweet autorevole viene pubblicato lo stesso viene immediatamente condiviso da centinaia di migliaia di persone.

Ecco perché l’unica soluzione da parte del governo era una:

Censurare tutti quanti i messaggi più scomodi.

E per poter censurare attivamente i messaggi da twitter le uniche opzioni sono lo shadow banning, che abbiamo già spiegato in un nostro servizio precedente, e la cancellazione vera e propria dell’account in questione.

Sicuramente avrai sentito parlare di quando hanno cancellato l’account a Donald Trump a Gennaio 2021 ma non saprai di tutta la miriade di account di dottore, medici, ricercatori, attivisti e politici.

Devi sapere infatti che Twitter era famosa per cancellare e bloccare immediatamente qualsiasi account che pubblicasse materiale ritenuto sensibile.

E per sensibile non intendiamo account che inneggiano a comportamenti illegali o che vendono immagini pedopornagrifiche. No.

Noi stiamo parlando di account che andavano contro all’agenda di governo, dell’organizzazione mondiale della salute e del world economic forum.

E’ fondamentale infatti sapere che Twitter perseguitava chiunque andasse contro il sistema ed aveva addirittura istituito un team di moderatori dell’informazione.

Tra i vari membri spicca Melissa Ingle e Vijaya Gadde.

Il loro scopo era quello di ricevere le email da parte del team di Biden e cancellare e sopprimere qualsiasi informazione scomoda.

E soprattutto il loro scopo era quello di bloccare chiunque cercasse di mettere alla luce questa interferenza politica nella gestione dei contenuti di twitter.

Devi sapere che prima del Novembre 2022, dichiarare che Twitter fosse manipolato dai democratici significava ricevere migliaia di insulti oltre ai vari negazionista, complottista, e via dicendo.

Peccato che il 28 Ottobre 2022 è successo quello che Twitter ed i democratici hanno cercato di evitare.

Elon Musk ha infatti acquistato quel giorno il social network twitter per la modica cifra di 44 miliardi.

E quella che potrebbe sembrare la classica operazione di un miliardario qualunque si sta però rivelando essere molto di più.

Elon infatti appena entrato in possesso di Twitter ha licenziato tutti i vecchi dirigenti e tutti i dipendenti responsabili della censura a senso unico applicata in questi anni.

Musk è andato anche oltre ed ha ripristinato gli account di migliaia di persone che erano state bannate solo perchè avevano deciso di andare contro il sistema e dire verità scomode.

Con questo non vogliamo di certo dire che Elon Musk sia il salvatore che stavamo aspettando

visto che anche lui ha un passato torbido ed è tra l’altro uno dei fondatori di Neuralink, leader mondiale nell’installazione di microchip nel cervello.

Ma è chiaro come l’ascesa di Elon Musk faccia molta paura al governo Americano vista la conseguente pubblicazione dei Twitter files.

I twitter files non sono altro che le email che i funzionari del governo americano si sono scambiati con i dirigenti di twitter responsabili nel proteggere la libertà di informazione sul social.

Stiamo parlando di email che mostrano come il team di Biden scrivesse l’elenco di quali profili bannare e bloccare in tempo reale ai funzionari di twitter.

Un qualcosa di inconcepibile se si pensa che Twitter è una società quotata in borsa che non dovrebbe avere nessun collegamento con Biden ed i democratici, nè con qualsiasi altro partito politico.

Ed ecco quindi che da queste email è facile vedere come Biden sia riuscito a vincere le elezioni americane cancellando di fatto tutti i messaggi fastidiosi spinti dai giornalisti indipendenti su twitter.

L’apice della censura è stato poi raggiunto quando hanno ritrovato il computer portatile di Hunter Biden, figlio del presidente americano Joe Biden.

Hunter è infatti stato un personaggio molto discusso durante la campagna di candidatura del presidente americano visti molti retroscena piccanti che i mass media ed i social di tutto il mondo hanno cercato di oscurare il più possibile.

Il portatile di Biden infatti, oltre a contenere le foto di Hunter completamente strafatto di droga e con prostitute, conteneva tutti i documenti che dimostravano gli accordi tra la famiglia e l’ucraina per non meglio dichiarati interessi finanziari.

Chissà quale possa essere la coincidenza che proprio neanche 1 anno dopo sia scoppiata la guerra propria tra l’Ucraina e la Russia.

Questa è solo una delle cose che sta emergendo dai twitter files.

Elon Musk ha infatti promesso di rilasciare altre email e prove inconfutabili di come l’informazione dei massmedia sia stata pilotata negli ultimi anni.

La vera domanda che dobbiamo porci è:

Servirà a qualcosa?
Elon Musk è davvero dalla parte della libera informazione o è semplicemente dissenso controllato?

La nostra speranza è che sempre più persone capiscano che cosa sta succedendo davvero nel mondo e che si decidano a dire basta alle menzogne dello stato e dai giornalisti da 4 soldi.

 


AIUTACI A RAGGIUNGERE PIU' PERSONE POSSIBILI. Creare l'informazione libera ha un costo ed abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti. Potrai ACCEDERE SUBITO A 4280 VIDEO ESCLUSIVI ed i corsi sull’oro, criptovalute e la creazione della comunità grazie a 5 giorni di prova GRATUITA. CLICCA QUI ADESSO


ARTICOLI CORRELATI

Elon Musk e Neuralink : la simbiosi Uomo-Intelligenza Artificiale

Numero 6

Elon Musk: Neuralink

Sarenka

Giuliani vs il “presidente”

Morris San

Elon Musk alla conquista di Marte: sarà possibile con Space X?

Numero 6

Il “presidente” Biden non è stato eletto

Morris San

Ecco perchè Elon Musk sarà il primo Trillionario (a spese nostre)

Numero 6

3 comments

Marcella Dal Zotto 13/01/2023 at 12:46

Per conto mio è il classico specchio x le allodole. Grazie e buona giornata

Giovanni Spinelli 13/01/2023 at 09:50

Questa ragazza è davvero brava a narrare i video, riesce a coinvolgere, l’altra purtroppo non riusciva, aveva un modo di parlare piatto e dopo poco faceva perdere interesse in ciò che si stava ascoltando

Numero 6 13/01/2023 at 11:25

Grazie Giovanni! 😀

Scrivi un commento

Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info