fbpx
Numero6.org
Interviste Scomode Gratis

Simona Cipriani ed il suo nuovo libro sul nuovo ordine mondiale

Oggi Morris San intervista Simona Cipriani.

Biografia:
Nata ne “La Valle dell’Anima”, in Casentino, è una Toscana DOC.
All’età di 6 anni ha deciso di diventare archeologa.
Laureata all’Università degli Studi di Firenze in Lettere Classiche, in Etruscologia, con il professore e Maestro Giovannangelo Camporeale. Attualmente è Membro del Gruppo di Etruscologi a Firenze.
Specializzata poi sul turismo Incoming, “inventando” la professione di “Incoming Manager”. Progettista per bandi per finanziamenti pubblici. Docente ed esperta in corsi di formazione ed Università. Relatrice a convegni nell’ambito archeologico e turistico.
Ha pubblicato la monografia “Bronzetti Etruschi nell’Appennino Tosco-Emiliano” (2003), articoli, depliant, siti web.
Seguendo da “Project Manager” il Progetto de “Il Cammino di Dante in Casentino”, si è talmente appassionata allo studio del Sommo Poeta Dante Alighieri, che è arrivata ad una ricerca più profonda dell’Anima Umana, anche dal punto di vista psicologico.
Così ha iniziato anche a “scrutare” l’Anima della Donna.
Ha pubblicato il romanzo “La Donna senza età. Auto-Aiuto x le Donne” (2019), premiato al Concorso Internazionale “Speciale Donna 2020” (XIV edizione), Associazione M.A.R.E.L. e il racconto di fantascienza “L’Enigma del Coronavirus. Le falle del sistema nell’era del Nuovo Ordine Mondiale” (2020).
In corso di stampa “Le Divin Novelle”, premiate al Premio Letterario “Donne tra ricordi e futuro 2018-2019” (IV edizione), Associazione Scrivi la tua storia e “Lettera alla Madre Terra”, premiata al Premio Letterario “A Riveder le Stelle”, Associazione Mazzafira.
Sta terminando la redazione di uno scritto su Dante.
La sua passione più grande è Viaggiare e sa cosa sia “provare sulla propria pelle” il “Mal d’Africa”.

L’ultimo libro, “L’enigma del coronavirus”, uscito ad Ottobre 2020, cita:
“Anno 2015. In un grattacielo di New York tre loschi personaggi si incontrano. Una millenaria fitta rete di inganni ed intrighi. Per arrivare a concludere un progetto diabolico.
Anno 2020. La realtà supera la Fantascienza. Un virus letale mette in scacco l’intera Umanità.
Un finale inatteso.”

ARTICOLI CORRELATI

Il futuro è nelle carte: Come il gioco di Carte Illuminati predice esattamente cosa sta accadendo

Numero 6 Team

I 4 motivi per cui lo sviluppo della tecnologia può aiutare l’uomo

Influencer - Test

Cosa devi sapere su “Il Nuovo Ordine Mondiale”

Numero 6 Team

Area 51: I fatti che hanno contribuito a creare il mito

Numero 6 Team

Usare TOR per navigare in internet in sicurezza

Numero 6 Team

La rete 5G: Cosa si nasconde dietro questa nuova tecnologia?

Numero 6 Team
  • A me questa intervista non è piaciuta. Non per le domande, ma per le risposte.Praticamente Simona Cipriani non risponde a nessuna domanda perchè le risposte stanno nel libro che ha scritto…..Se chi è consapevole è fuori dalla matrix, allora lo sono la gran parte delle persone iscritte a questa piattaforma, però lei da delle risposte come se noi fossimo gente da mainstream. Se stiamo qui ,almeno il 90% del lavoro di risveglio noi l’abbiamo già fatto e il suo 24mo capitolo molti di noi lo conoscono già….I video censurati, come lei,li abbiamo visti anche noi.Spesso quelli che riempiono di mistero i propri scritti, alla fine, si rivelano una delusione. Detto questo ben venga questo libro. Auguro a Simona Cipriani tanto successo. .Però almeno qui, se non altro. sarebbe più elegante non “mercanteggiare”

    • Condivido pienamente il tuo pensiero Nina!! … Penso che sia lei che non si sia ancora del tutto risvegliata! Talvolta notavo “paura” in lei, nell’esporsi… Una paura motivata dopo anni e anni di indottrinamento in una università. Le scoperte che lei ha fatto in quella manciata di mesi, causati da questa farsa, le hanno dato modo “a lei” di vedere le cose in maniera diversa…

      • Ciao Zadi! Mi sa che lei aveva “paura” di rivelare troppo del libro, non di esporsi. Rivelato quello, che lei considera, come dici tu, “la sua grande scoperta”, di contenuto ne rimane poco. Infatti cerca di avvolgerlo di mistero (che non c’è), compreso il carattere volutamente incomprensibile…lasciamo perdere…. Ma come ho già detto ha scelto il posto sbagliato… o come diceva mia nonna: “ha sbagliato palazzo”

      • Dici bene.
        Il problema che ci sono “tanti professionisti, scrittori, professori”etc,
        che in parte ammettono che siamo manipolati da poteri sopra le costituzioni, da falsi” giocattolini” per controllare e far fallire la massa,
        ma questi “professionisti, studiosi e professori non si espongono come vorrebbero, mantengono il piede in 2 scarpe per CONVENIENZA,
        vorrebbe dire in termini pratici perdere i loro previlegi, perdere lo stipendio e lavorare molto meno e farsi tanti nemici.
        Ci pensano 1000 volte prima di fare certe affermazioni.
        Purtroppo e’ la realta’ dei fatti.

          • Ciao Nina! Grazie della risposta. Condivido completamente. 100% … Anche io trovo tra l’altro che la sua scelta di carattere che lei (Simona) trova “geniale”, è completamente sbagliato… E ha l’aria di essersi svegliata ieri di come va il mondo…

  • mi permetto di fare una considerazione tecnica Morris….vedendo le immagini di apertura, sembra che l’immagine sia scura a cauusa delle impostazioni della telecamera tenute tutte in modalita’ automatica….se effettivamente e’cosi’, consiglierei di non mantenere l’apertura del diaframma in automatico perche’ senno’, a seconda della distanza del soggetto, di come e’ fatta l’inquadratura, o delle condizioni di luce, si rischia di avere una immagine sotto esposta come in questo caso…mantenere il diaframma in manuale invece evita questi problemi, bisogna solo correggere a mano sulla telecamera l’apertura, ma la cosa e’ una operazione veloce….basta solo aprire o chiudere di uno o due stop il diaframma….personalmente ho spesso trovato comoda e pratica da utilizzare sulle telecamere/camcorder le funzioni di controllo “on board”, come la “zebra”, sullo schermo/tally, in caso di immagine sotto esposta o sovraesposta, per farla piu’ o meno giusta correggendola “al volo e ad occhio”, per cosi’ dire).
    Un saluto
    Donato

  • Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info

    >