Satira e video DivertentiGratis

MASCHERINE DA PSICOSI: le migliori foto di chi ci chiama negazionisti – Parte 3

Alcuni non possono più farne a meno, neanche in vacanza

Altri sono disposti a sprecare il cibo pur di non rinunciare alla mascherina

AIUTATECI A FAR GIRARE QUESTE FOTO: CONDIVIDETE CON TUTTI!


AIUTACI A RAGGIUNGERE PIU' PERSONE POSSIBILI. Creare l'informazione libera ha un costo ed abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti. Potrai ACCEDERE SUBITO A 4280 VIDEO ESCLUSIVI ed i corsi sull’oro, criptovalute e la creazione della comunità grazie a 5 giorni di prova GRATUITA. CLICCA QUI ADESSO


9 comments

Elisabetta 25/03/2021 at 20:13

Sappiamo bene, le misure anticovid hanno degli effetti importanti sulla psiche e sulla fisicità degli esseri umani, ma nessuna commissione ufficiale ne indaga le conseguenze.

Un annuncio eclatante della cancelliera tedesca proprio in questi giorni: le mascherine devono essere indossate anche nelle auto private.

Le compagnie di assicurazione e le autorità tedesche (leggi sulla salute e la sicurezza sul lavoro) indicano un tempo per indossare le mascherine di due ore con un successivo tempo di recupero di 30 minuti. Recuperare cosa?
(Fonte: DGUV Deutsche Gesetzlische Unfallversicherung)

I nostri figli, gli studenti, i cassieri, i commessi, i lavoratori dei vari settori eccetera. seguono queste linee guida? Cosa significa una condizione prolungata indossando barriere respiratorie? Le mascherine non riguardano ‘solo’ una riduzione anche minima dell’apporto di ossigeno al cervello, molti altri fattori influenzano l’organismo.

Dalla dichiarazione della pandemia Sars cv2, indossare le maschere è considerato non problematico e ogni dubbio è liquidato come infondato.

Prima di questa INFODEMIA era un po’ diverso.

Ecco un esempio dell’anno 2014.

COMUNICATO STAMPA

Ipossia: il cervello è meno vigile

28/11/2014

Basta una blanda riduzione dell’apporto di ossigeno al cervello per compromettere lo stato di vigilanza e la risposta comportamentale. Lo rivela uno studio condotto dall’Istituto di bioimmagini e fisiologia molecolare del Cnr in collaborazione con l’Università di Milano Bicocca

La riduzione anche minima dell’apporto di ossigeno al cervello, la cosiddetta ipossia, compromette risposte comportamentali e livelli di allerta, restano invece inalterate l’attenzione e il controllo sulle azioni. È quanto emerge da uno studio condotto da Alberto Zani dell’Istituto di bioimmagini e fisiologia molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibfm-Cnr) di Segrate (Milano), in collaborazione con Alice Mado Proverbio del NeuroMI – Milan Center for Neuroscience e docente di Neuroscienze cognitive presso l’Università di Milano-Bicocca. L’indagine – presentata al “Society for Neuroscience 2014”, il Congresso mondiale di neuroscienze svoltosi a Washington (Usa).

multi pazzo 24/03/2021 at 22:05

No dai quello col salame non può essere vero! Ditemi che un fake! non posso credere che la gente sia arrivata a tanto!

Numero 6 25/03/2021 at 11:18

Incredibile ma tutto vero!!

multi pazzo 25/03/2021 at 14:14

🙂

Tom Barkley 24/03/2021 at 18:27

No vabbè muoio 😂😂😂😂
Il delirio più totale

Bhakti San 24/03/2021 at 18:19

Se questa continua ad essere la consapevolezza….,seppure spero di pochi,la vedo dura!

Lara Ghidini 24/03/2021 at 16:19

Queste persone ormai sono tt andate a male 😂😂😂😂 e chi li salva più dalla matrix io mai messa museruola e seguito tt le leggi fasulle da barzelletta

PASQUALE D'AMICO 24/03/2021 at 15:19

Io ho foto e video fatti in spiaggia nell’agosto 2020. Se li volete ve li mando😂😂😂

Numero 6 25/03/2021 at 11:19

Contattaci qui https://numero6.org/contattaci/ poi vediamo come utilizzarli!

Scrivi un commento

Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info