Numero6.org
Image default
Approfondimenti Extraterrestri ed UFO

Area 51: I fatti che hanno contribuito a creare il mito

Se anche voi siete appassionati di UFO e presenza extraterrestri non potete non conoscere l’Area 51. 

Storicamente, è da sempre stata un catalizzatore di teorie cospirazioniste, in particolar modo, la più famosa riguarda il caso di Roswell (New Mexico) dove si suppone essere atterrato un UFO che è poi stato rintracciato e portato all’interno dei laboratori dell’Area 51 per poter effettuare esperimenti su presenze extraterrestri e le loro tecnologie. 

Andremo  a scoprire insieme i fatti storici che hanno contribuito a renderla un luogo affascinante ma anche misterioso al tempo stesso. 

Ma prima, cerchiamo di capire come nasce l’Area 51.

Area 51: I fatti che hanno contribuito a creare il mito 56

Le origini dell’Area 51

Il nome ufficiale assegnato dal Governo statunitense è “Nevada Test and Training Range”, un’unità della “Nellis Air Force Base” (“Base aeronautica Nellis”).

Ufficialmente, la base è adibita come campo di addestramento per l’Aeronautica Statunitense.

Allora da dove proviene il nome “Area 51”? Secondo la CIA, esso proviene dalla posizione della base sulla mappa. 

Le numerose narrative raccontano come venisse chiamata “Paradise Beach” (“Spiaggia paradisiaca”), per renderla più attraente agli occhi di chi ci lavorava.

Con il tempo, il nickname è stato ridotto nel semplice “The Ranch” . Nel frattempo, altri soprannomi si sono sviluppati come “Watertown” e “Dreamland”.

Nel 1958,colpendo di sorpresa tutti,  i 38 400 acri di terreno vennero assegnati all’ “’US Atomic Energy Commission”, che oggi viene conosciuto come “US Department of Energy” (“Dipartimento di Energia degli USA”). 

Non solo ci sono telecamere e videosorveglianza, uomini armati al confine e droni a controllare l’area ma, è rinomato che non si possa violare lo spazio aereo al di sopra.

Area 51: I fatti che hanno contribuito a creare il mito 57

La storia dell'area 51

12 Aprile, 1955

Questa è la data ufficiale di inizio delle attività dell’Area 51. 

L’ufficiale CIA Richard Bissell, ha visto del potenziale nell’aria per divenire un perfetto campo di addestramento per piloti del nuovo aereo militare U-2, di cui esso stessa era il supervisore. (PS. su Wikipedia, Richard Bissell, risulta essere una “spia”).

Area 51: I fatti che hanno contribuito a creare il mito 58

Luglio 1955

La CIA inizia le prove dei due aerei militari U-2 (supersonico) ed F-117

Novembre 1959

Un impianto di rilevazione radar viene installato nell’Area 51

13 Ottobre, 1961

Il generale Lyman Kirkpatrick scrive una lettera a Bissell, spiegando come l’Area 51 fosse estremamente vulnerabile in termini di spionaggio e sicurezza, per cui misure più restrittive fossero più che necessarie

1974

Un astronauta di Skylab prese inavvertitamente delle foto del “Ranch”. Immediatamente queste foto sono state sequestrate e analizzate dal “National Photographic Interpretation Center (“NPIC”)” (Centro Nazionale di Interpretazione Fotografico) che senza perdere tempo le ha collezionate all’interno di una cassaforte segreta con accessi limitati, ed ovviamente, altamente sorvegliata. 

26 Agosto, 1976

Questa è la data che segna il passaggio del controllo dell’Area 51 dalla CIA a l’Aeronautica americana 

13 Maggio, 1989

Un reporter, George Knapp, di una emittente televisiva (KLAS) affiliata alla più grande CBS, intervista un ex-dipendente della base che pubblicamente espone segreti della base, in particolare dichiarò di aver lavorato alla  retroingegnerizzazione di un veicolo spaziale alieno abbattuto.Ovviamente l’intervista sancì un’attenzione mediatica senza precedenti.

Area 51: I fatti che hanno contribuito a creare il mito 59

8 Settembre, 1994

L’Aeronautica Militare Statunitense riporta come “l’oggetto misterioso” che è stato rinvenuto a Roswell nel 1947 , è un insieme di sensori, radar e componenti appartenenti ad un progetto americano detto “Progetto Mogul”.

 

30 Gennaio, 1996

L’allora Presidente Americano Bill Clinton, firma una serie di leggi per rinforzare e rendere ancor più segrete le attività all’interno dell’Area 51, decretando le attività al suo interno paragonabili a segreti di Stato

 

24 Marzo, 2016

Hillary Clinton, nella sua corsa alla presidenza degli USA, dichiara pubblicamente , in un importante show visto da milioni di persone, che se avesse vinto, avrebbe aperto tutti i file segreti che possono essere una minaccia alla sicurezza nazionale

 

Giugno- Agosto 2019

Lo scorso anno è stato un anno particolare per l’Area 51. 

Prima con l’evento Facebook “Storm Area 51, They Can’t Stop All of Us” che ha raccolto milioni di follower in tutto il mondo. Questo evento assumeva che se tutti si fossero presentati lì per guarda gli alieni, non potevano fermarli.

Dopodichè, qualche mese più in là, un festival di musica elettronica è stato organizzato (“Alienstock”) proprio davanti l’ingresso della base. 

Il risultato? Le carceri della zona, che ricordiamo essere a 120 miglia da Las Vegas, sono state riempite per il periodo estivo e numerose persone sono state denunciate.

Area 51: I fatti che hanno contribuito a creare il mito 60
  • Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info

    >