fbpx
Approfondimenti Membership Completa

I fiumi non esistono in natura pt. 2

La geografia è sempre piena di affascinanti coincidenze. Ma tra le tante, una in particolare ha iniziato a occupare la mia mente al momento della mia tesi di laurea, quando il mio professore di geoarcheologia mi ha fatto questa domanda: “Hai mai notato che il tuo fiume, il Po, un tempo si chiamava Eridanus , lo stesso nome del fiume greco? “. A partire da qui è iniziato il viaggio che oggi vi invito a fare con me attraverso questa serie. Tenetevi forte! (2016)

  • Molto ben spiegato 🙂
    Pare che secondo la datazione della storia ufficiale tra 1400 ed il 1600, siano avvenute davvero molte cose, sono date che ricorrono troppo spesso in molte occasioni, sorvolando su Leonardo, sulla Sindone e sui prodigi celesti, la cosa piu’ interessante che ho notato su cui e’ stato il cambio della cartografia: Il globo prima e dopo tale intervallo pare molto cambiato e non penso che sia perche’ sono cambiate le tecniche cartografiche, come ci raccontano.

    • Già, con la nuova cronologia di Anatoly Fomenko tutto acquisisce senso… Erano gli anni dell’espansione dell’impero della Rus dell’Orda, quelli che noi conosciamo come Et-Ruski e Romani dell’antichità erano i Russi del medioevo…

      • 🙂 Mancano le emoticons per gli applausi ;):DDD!
        Yesss condivido la ricostruzione di Formenko, ma non escludo possa esserci ancora dell’altro. Di sicuro e’ la ricostruzione storica piu’ coerente e sensata che abbia visto!

  • Interessante.Da vecchio campeggiatore ti dico che quando ci si piazza in una localita’ si drenano sempre le acque meteoriche da Monte si fanno passare ( canaletta drenaggio)ai lati, quindi a valle proteggendo con rialzo con altra terra il saliente di deviazione .Grazie.

  • Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info

    >