Economia e Finanza Membership

Ecco come la Parmalat trasformò il latte in oro


AIUTACI A RAGGIUNGERE PIU' PERSONE POSSIBILI. Creare l'informazione libera ha un costo ed abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti. Potrai ACCEDERE SUBITO A 2380 VIDEO ESCLUSIVI grazie a 5 giorni di prova gratuita. CLICCA QUI ADESSO


  • Mha, come sempre i veri colpevoli se la cavano e ne escono puliti, esattamente come un lurido mafioso che si pente (Consob, Banche e tutti quei organi di controllo pagati con le nostre tasse).
    Loro sono i veri colpevoli. Se avessero fatto il loro lavoro cioè CONTROLLARE niente di tutto questo sarebbe successo.
    Poi l’operato, di quelli che allora erano i dirigenti della Parmalat non è sicuramente da elogiare, ma hanno sfruttato quei punti ciechi nelle legislazioni che gli ha permesso di portare avanti questo teatrino.
    Chissà ad oggi quanti c’è ne sono in Italia e nel mondo.
    Alla fine come sempre a rimetterci sono stati i nostri concittadini onesti a lavoriosi che hanno creduto nel “made in Italy” e in molti casi hanno perso tutto.

  • Molto buono.La classe imprenditrice ” cosiddetta vincente “dimostra tutto il suo valore.Come gli Organi di Controllo.Spariti 32%di soldi investiti dai risparmiatori.Divorati,18.000 posti di Lavoro Ditta Parmalat e chissa’ quanti dell indottoSputtanata una citta’ (nel nome della ditta-colpevole) la sua Storia il suo onore.Complimenti a Consob/Banchitalia e sistema Bancario italiano .Assolto dalla Giustiza….non sapevano che erano scoperti i bond…?.Un onesto/a imprenditore,un /una capofamiglia,un/a artigiano/a o neolaureati vanno a chiedere un “prestito” in banca gli chiedono di tutto e sanno tutto( anche come si pettina le parti basse al mattino )poi fino a una certa eta’ e spesso….. se compri loro obbligazioni te lo concedono pero’ dato il fantomatico SPREAD ti scippano lauti interessi per loro,se non hai piu’ l eta’ o busta paga adeguata o pensione esigibile anche se sei onesto e restituisci sempre .NON TE LO CONCEDONO. Capitalismo “Illuminato”.C’e’chi puo’ e chi non puo’,nella Repubblica Italiana, fondata sul lavoro, dove ” la legge e’ uguale per tutti”.

  • Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info

    >