Piero Pelù: "El Diablo" 3
Indice Cantanti e Gruppi musicali Gratis

Piero Pelù: “El Diablo”

Piero Pelù è un cantautore italiano, rocker che ha influenzato generazioni di musicisti ed è noto soprattutto per aver fondato la band rock dei Litfiba.

Approfondiamo alcuni aspetti occulti nella carriera del musicista.

CHI E’ DAVVERO PIERO PELÙ?

Piero Pelù, nato a Firenze nel 1962, è un rocker italiano che ha fondato una delle band più amate a livello nazionale negli anni 80’, i Litfiba.

La passione per la musica arriva subito fin da giovane e nel corso degli studi fonda la band dei Mugnions.
Nel 1980 nasce il gruppo Litfiba, quando il giovane Piero decide di abbandonare il progetto dei Mugnions per fondare la nuova band.
Il primo concerto si tiene il 6 dicembre del 1980 e da quel momento i Litfiba impiegano poco tempo per farsi conoscere e avere successo.
Pelù e compagni pubblicano il loro primo disco che si intitola “Desaparecido”. Il successivo album è “17 Re” e nel 1988, è la volta di “Litfiba 3”.
Sono anni molto importanti per Pelù e per la sua band. I concerti dal vivo si moltiplicano e i fan cominciano ad essere molti, travolti dal sound rivoluzionario, almeno per l’Italia di quell’epoca.

Gli anni ’90 sono quelli del successo a livello nazionale, con la cosiddetta “Tetralogia degli elementi”, la quale li vede passare dal grintoso hard rock ad un pop rock più cheto, ma arricchito di sonorità elettroniche interessanti, costituita da 4 dischi: “El diablo”, “Terremoto”, “Spirito” e “Mondi sommersi” che consentono alla band di acquisire grande approvazione da parte del pubblico.

Il cantante nel 1999 al termine del tour europeo, decide di abbandonare il progetto, dedicandosi alla carriera solista. L’ultimo live insieme è quello al “Monza Rock Festival” del 1999.
Nel 2000 arriva il suo primo vero lavoro da solista, il disco “Né buoni né cattivi”, trainato dai singoli “Io ci sarò”, “Toro loco”, “Buongiorno mattina” e “Bomba boomerang”. L’anno seguente è uno degli ospiti del Festival di Sanremo.
Nel 2002 esce il suo secondo disco dal titolo “U.D.S. – L’uomo della strada” che ottiene il disco di platino.

L’11 dicembre del 2009 arriva l’annuncio di rimettere in piedi i Litfiba. Pelù e Renzulli non vedono l’ora di ritornare a suonare insieme e danno vita ad alcune tappe del loro tour di reunion. Esce il singolo “Sole nero”, che anticipa un doppio album live intitolato “Stato libero di Litfiba”, il quale mette insieme i concerti del 2009 e del 2010.

 

PATRIMONIO PERSONALE

Il patrimonio netto del cantante potrebbe variare secondo delle stime tra 1 e 3 milioni di Euro.

 

CAUSE GIUDIZIARIE DI PIERO PELÙ

Il rocker fiorentino è stato denunciato per diffamazione da parte del leader di Italia Viva Matteo Renzi, dopo che Pelù, nel 2014, definì l’allora premier «il non eletto e boy scout di Licio Gelli».
Piero Pelù ha dovuto risarcire con 20mila euro il leader di Italia Viva per una frase pubblicata sui social nel 2014, quando Renzi si apprestava a diventare premier.

Inoltre, il cantante è stato denunciato da un ristoratore che mentre assisteva a un suo concerto è stata colpito e ferito da un microfono lanciato dal cantante, perdendo diversi giorni di incasso a causa della chiusura temporanea del ristorante.

 

PIERO PELÙ MASSONERIA E SATANISMO

Piero Pelù e la sua band sono stati al centro delle critiche perchè si ritiene che il cantante sia uno strumento degli illuminati per diffondere i loro messaggi con particolare riferimento al satanismo.

In primo luogo, un fatto che ha scandalizzato l’opinione pubblica si è verificato durante un concerto nel 2016 quando il cantante ha invitato i suoi fan ad inginocchiarti davanti al diavolo dichiarando che si trattava di un rituale necessario per far proseguire il concerto.
Questo gesto del cantante dimostra come il satanismo venga trasmesso attraverso il mondo della musica con cantanti che esortano i fan a venerare e servire satana.

Un’altro dettaglio da analizzare riguarda la copertina di “Antologia” in cui i membri della band mostrano l’occhio che tutto vede (tipico simbolo utilizzato dagli illuminati).

 

Piero Pelù: "El Diablo" 8
Nella copertina del disco “Sogno ribelle”  i simboli sono molteplici: il cranio cornuto, le catene della schiavitù a cui sono soggetti le vittime della programmazione mentale e il “cuore sacro satanico”.

Piero Pelù: "El Diablo" 9

I simboli del cuore satanico e la catena spinata sono presenti anche nella copertina di “17 Re”

Piero Pelù: "El Diablo" 10
Inoltre sulla copertina dell’album di Piero Pelù “In faccia”  spicca una farfalla che è un simbolo utilizzato per richiamare la programmazione mentale monarch.
Lo stesso simbolo si osserva nella copertina del singolo “Lentezza” che fa parte dell’album “In faccia”.

Piero Pelù: "El Diablo" 11Piero Pelù: "El Diablo" 12

Un’altra caratteristica ricorrenti nelle immagini del cantante è la presenza di oggetti e simboli legati alla religione cattolica. Un esempio la copertina dell’EP “Transea” in cui Pelù è fotografato coperto di rosari e con in mano un’immaginetta della Madonna con Gesù Bambino, una foto blasfema che de-sacralizza simboli cristiani molto importanti.

Piero Pelù: "El Diablo" 13

Infine, un riferimento al satanismo e un attacco alla religione è contenuto nel testo di “El diablo” in cui l’artista canta: ” Ah mama mia el Diablo 6-6-6″ “Ah, sua santità el Diablo” o ancora “Ma il paradiso è un’astuta bugia”.

FOTO SCANDALO

Piero Pelù: "El Diablo" 14


L’articolo non vuole in nessun modo criticare le qualità artistiche del cantante ma si analizzano soltanto alcuni aspetti nascosti e occulti nella sua carriera. Molti degli artisti approfonditi producono brani di grandissima qualità e successo.


ACCEDI SUBITO A 1,480 VIDEO ESCLUSIVI. Scoprirai la verità su quello che sta succedendo attualmente nel mondo. CLICCA QUI ADESSO


  • Da piccola ricordo che Papà comprò un cd e lo ascoltavo ma quando un mio amico mi fece vedere El diablo pensavo fosse un allusione al comunismo come il pueblo e in effetti qualcosa c’entra ma poi tutta quella simbologia non mi ha fatto mai avvicinare a questo gruppo LE CORNA i diavoli dicevoo g0ià dentro di me che era strano oggi do una risposta…. AD OGGI sono propio schifata da questi satanassi venduti al sistema e poi fanno pure i ribelli ma de ke?
    OMOLOGATI PIEGATI E VENDUTI.

  • DALL’ ALBUM 17 RE, testo della canzone : ” COME UN DIO”
    …..”” Io non ho mai incontrato Dio ma conosco un altra verità.. Io sono come Dio e gli uomini li rifarei come ora: Occhi per non vedere, bocche per non parlare..Meglio cosi!!!
    Io pazzo come Dio, vi farei morir di paura promettendo l’inferno o la pietà……””

  • Ed allora io, fanatico di Metallica e Slayer, Sarei un satanista????
    Ascoltate e traducete le liriche di Reign in Blood, album degli Slayer del 1986…….. farebbero accapponare la pelle ad un esorcista eppure io i componenti degli Slayer li ho perfettamente conosciuti e frequentati per un certo periodo e sono persone SICURAMENTE MEGLIO DI TANTA GENTE CHE SI SPACCIA PER VERGINELLA.
    Attendo con ansia risposte se qualcuno vuole.

      • Assolutamente e totalmente d’accordo. Oggi e’ il 23 aprile ed esattamente 10 anni fa al big four in indio California vidi per l’ultima volta Jeff Hannemann che entro’ sul palco per le ultime 3 canzoni del concerto degli slayer. Alla fine di Angel of Death, ultima canzone della loro setlist, Jeff si strappo’ via la manica della felpa nera che aveva e vidi dalla fossa dei fotografi la condizione del suo braccio destro. Piansi, e non a torto, perche’ il 3 maggio del 2013 Jeff passo’ a miglior vita ed ora si sta scappellando dalle risate guardandoci noi quaggiu’.

    • ciao Paolo
      Il fatto che tu ascolti i Metallica e gli Slayer non fa di te un satanista, ma diciamo che è come se ti mettesti nella stessa situazione dei nostri progenitori (Adamo e Eva) di ascoltare le lusinghe del serpente.
      È l’opposto, sono i satanisti e demoni che hanno timore degli esorcisti. (Il sacerdote opera in IN PERSONA CHRISTI).
      Anch’io in passato ho frequentato ambienti e ascoltato musica metal ed vero che c’è anche buona gente con buone intenzioni. In ogni modo la musica è un mezzo molto potente per inviare messaggi, anche subliminali, nell’inconscio delle persone.

      • La risposta completa richiederebbe un lungo testo. Posso dirti che purtroppo gli Slayer per prendere una band simbolo, NON sono per gente che e’ piu’ che stabile mentalmente. troppa gente segue la musica in condizioni psico fisiche alterate. in germania e negli Usa ho visto morire davanti a me 2 volte dei giovani Nel moshpit e sempre con la stessa canzone che non e’ neppure una delle loro piu veloci ma sicuramente pericolosa nella sua potenziale misinterpretazione. La canzone in oggetto E’ Dead Skin Mask che parla appunto del serial killer Ed Gein ed e’ pericolosa. Pagherei il dito di una mano per rivederLi gli Slayer che dal 27 novembre 2019 non esistono piu’ ma mi considero stabile. Sotto droghe od alcol ho visto persone fare cose inenarrabili. Seguo il metal estremo da oltre 35 anni e sono in 4 cifre per concerti dal vivo.

        • Grandi gli slayer e sepultura,peccato si sono sciolti ed e’ finita l’epoca del casino,era forte tutto sommato chitarre distorte batteria che spaccava e potenza..Oggi fanno canzoni pop da fighette,delle lagne assurde.Pero’ devo dire che di deep purple in poi diciamo 40 anni si e’ fatto casino..Restano i cd dischi,di roba si e’ fatto tanto e di piu’ ,basta riascoltare le vecchie cose.

    • Ragazzi ho fatto per anni batterista per anni di band metal,Noi che all’epoca sembravamo io no ero vestiro normale sempre,ma gli altri con giubotti di pelle il nero addosso come vestiti e il simbolo della croce rovescia,tutta roba che in realta’ era solo moda anni 80 e 90,in realta’ tra noi c’era rispetto e realmente a parte molto sociali e ci piaceva fare musica e casino,eravamo educati erispettosi del prossimo,era una immagine di moda che realmente non aveva niente a che vedere con il vero satana o altro,a me piaceva heavy metal e il rock,ma tra tutta quella gente realmente metallara del tempo c’erano LAUREATI in gran numero gente sveglia che gli piaceva fare casino si stare fuori delle regole e controcorrente ma anche nei limiti morali tutti.Volete sapere chi sono oggi quelle persone?Beh tutta gente realmente sveglia contro IL VERO SATANA DI OGGI quello che davvero vuole piegare tutti e tutto.Tutta quella gente che una volta chiamavano METALLARI oggi sono i RISVEGLIATI e sapete perche’?Perche da giovani presto hanno veramente visto la parte negativa hanno bruciato i tempi da giovani per capire a oggi quello che sarebbe successo poi.In poche parole sono quelli che hanno anticipato quello che sta succedendo oggi quasi simulando da giovani cosa voleva dire essere trasgressivi.

    • Sapevi che dave lombardo di origini italiane,era sempre incazzato sopratutto dopo il 2010 perche’ per anni prendeva a serata circa 200 dollari meno degli altri,e Tom araya gli diceva a fine concerto,dai stai buono la serata e’ andata bene e poi tu stai sempre la dietro la batteria,sei meno visibile.Cosi tom araya tirava su un discorso per fare stare buono lombardo..Mentre tutti sapevano che a livello mondiale i suoi colpi di BATTERIA erano devastanti e veloci.Che tempi ragazzi.Comunque verso la fine carriera gli slayer hanno davvero aiutato lombardo perche’ era andato in depressione e la sua ragazza anni fa disse a tom araya che era depresso,e allora hanno capito che la cosa era seria e lo hanno rimesso nel gruppo con loro.Dal tronde in una band si e’ persone c’e sempre qualcosa da lamentarsi,ma se diventano serie tipo depressione si aiuta davvero.

  • vero, nel 2016 durante un concerto dopo molte lusinghe è riuscito a fare inginocchiare le persone della platea in adorazione del diablo. Molti non riesco a vedere realmente in che direzione sta andando il mondo e quali saranno le conseguenze.

  • Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info

    >