Robotica e IA

Una seconda possibilità di vita: Neuralink


AIUTACI A RAGGIUNGERE PIU' PERSONE POSSIBILI. Creare l'informazione libera ha un costo ed abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti. Potrai ACCEDERE SUBITO A 2380 VIDEO ESCLUSIVI grazie a 5 giorni di prova gratuita. CLICCA QUI ADESSO


ARTICOLI CORRELATI

Elon Musk e Neuralink : la simbiosi Uomo-Intelligenza Artificiale

Numero 6 Team

Elon Musk: Neuralink

Sarenka

Elon Musk alla conquista di Marte: sarà possibile con Space X?

Numero 6 Team

Elon Musk, il primo a raggiungere il trillione

Numero 6 Team

Hyperloop, il mezzo del futuro?

Numero 6 Team

ANONYMOUS || Messaggio ad Elon Musk

NATVS
  • Sinceramente anche a me questa storia sa di supposta. La simbiosi uomo – macchina la vogliono far passare come una cosa bella ma poi andrà a finire male secondo me. Purtroppo non c’è da fidarsi da gente come musk e dell’elite. Mi sa che è l’inizio del transumanesimo. Si entra nel Matrix. La tecnologia è una bella fantastica ma a certi livelli mi fa venire i brividi e c’è da aver paura. Ottimo servizio comunque, bravi come sempre numero 6 e un grazie a Morris San 😘😘😘❤️

  • Ciao Morris,
    scusa ma questo argomento è cruciale, poi, proposto da Elon Mask mi fa venire i brividi.

    Trovo queste citazioni da brivido “una seconda possibilità di vita: Neuralink”, perchè Morris, diciamolo chiaro e tondo, non c’è proprio da fidarsi. Falso buonismo e falso amore per il prossimo. Quando te la vendono come tecnologia che “può alleviare i problemi degli uomini”, io tendo a cercare il sipario e strapparlo.

    CERTO DI QUESTO PASSO, CON LA PANDEMIA PILOTATA E TUTTO LO STRAVOLGIMENTO UMANO CHE STANNO ATTUANDO, PER IL FUTURO PROSSIMO CREANO ESSERI UMANI PERENNEMENTE MALATI, DEBILITATI, HANNO BISOGNO DI ESSERI UMANI MALATI E NON PENSANTI, VOGLIONO POSSEDERE UN ESSERE UMANO-CAVIA PER TUTTI I LORO ESPERIMENTI,

    PER QUESTA VITA E LE PROSSIME VITE…

    QUESTA E’ SOLO UNA FACCIATA DI PRESENTAZIONE DA VENDERE AL PUBBLICO MONDIALE, LA PUNTA DI UN ICEBERG CON OBIETTIVO BEN DIVERSO E MACCHIAVELLICAMENTE BEN PILOTATO E ORAMAI AIME’ NEMMENO PIU’ OCCULTATO, PERCHE’ TRA LE RIGHE “DEVONO DIRLO ED ESPLICITARLO”.

    Tratto da la stampa tecnologia del 29 agosto 2020.
    Rispetto alle ambizioni annunciate da Elon Musk non si tratta di un traguardo così impressionante, soprattutto dal momento che delle interfacce cervello-computer sono state sperimentate su esseri umani fin dal 2006, consentendo per esempio di manovrare una protesi robotica usando solo la mente o di comunicare via tablet a persone completamente paralizzate. La vera novità apportata da Neuralink risiede, almeno per il momento, nelle dimensioni del dispositivo e nei suoi 1024 sottilissimi fili flessibili ricoperti di elettrodi che raccolgono i dati provenienti dai neuroni.

    La sperimentazione su esseri umani, stando alle promesse di Elon Musk, potrebbe cominciare nel 2020 e coinvolgerà prima di tutto persone che hanno subito gravi danni al midollo spinale. “Vogliamo che il nostro dispositivo sia affidabile ed economico, affinché chiunque lo desideri possa averne uno”, ha spiegato lo stesso fondatore di Neuralink.

    Ma perché “chiunque” dovrebbe volersi impiantare un’interfaccia cervello-computer? Secondo Musk, col tempo tutti devono affrontare condizioni neurologiche che una tecnologia di questo tipo può potenzialmente risolvere: perdita della memoria, ansia, danni cerebrali, depressione e altro ancora. Per il momento, però, non c’è alcuna prova che Neuralink possa alleviare questi problemi.

    E ancora meno che possa condurre a un futuro in cui, come ha detto lo stesso Musk, “il cervello degli esseri umani entra in simbiosi con l’intelligenza artificiale”.

  • Grazie Morris
    è un argomento interessantissimo e da affrontare.

    Per dirti cosa ne penso, ti scriverei moltissime pagine, ti farei una tesi toccando diverse argomentazioni a 360 per far riflettere, solo per far riflettere.

    Detto questo, la simbiosi Uomo-Intelligenza Artificiale è pericolosa e farebbe da gate, cancello di accesso a ciò che non è Umano, cioè in poche parole si darebbe l’autorizzazione, il via libera, il libero accesso a CIO’ CHE NON è UMANO, in modo incondizionato e senza più controllo.

    Ma come volete che venga gestita una “simbiosi” da una elitè deviata nei confronti di un 97% di popolazione non-pensante ? Già i presupposti e quello che stiamo vedendo ora, sentir parlare ora come ora di una “simbiosi” con i.a. come la intendono loro e come soprattutto intenderanno perpetuare sugli Esseri Umani, fà accaponare la pelle.

    La simbiosi (dal greco συμβίωσις “vivere insieme”, da σύν “insieme” e βίωσις “vivere”) è qualsiasi tipo di interazione biologica stretta e a lungo termine tra due diversi organismi biologici, sia essa mutualistica o parassitaria…..

    Personalmente preferisco argomentare con SIMBIOSI per esempio questi lavori, come i lavori di Stefano Mancuso:

    Sapiens – Un solo pianeta
    Stefano Mancuso: simbiosi tra piante e animali

    Il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso sottolinea come l’uomo sia portato a pensare alla vita come a una specie di ‘campo di battaglia’ in cui tutte le specie combattono l’una contro l’altra per la sopravvivenza. Questa visione è superata nel mondo delle piante, dove la “simbiosi” tra le diverse specie è un punto di forza per l’evoluzione.

    Grazie Morris e Numero6

  • Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info

    >