Ambiente ed Ecologia

Tutorial: come ottenere acqua potabile partendo dall’acqua salata


AIUTACI A RAGGIUNGERE PIU' PERSONE POSSIBILI. Creare l'informazione libera ha un costo ed abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti. Potrai ACCEDERE SUBITO A 4280 VIDEO ESCLUSIVI ed i corsi sull’oro, criptovalute e la creazione della comunità grazie a 5 giorni di prova GRATUITA. CLICCA QUI ADESSO


ARTICOLI CORRELATI

Il cambiamento climatico farà scomparire l’acqua nei prossimi anni

Numero 6

Cosa potrebbe succedere se tutta l’acqua salata diventasse acqua dolce?

Anonymous

L’acqua piovana è potabile e sicura da bere?

Numero 6

Fai Da te – Procedimento di filtrazione e purificazione dell’acqua

Numero 6

Sai come 100€ di cibo ti durano per 25 anni?

Numero 6

Costruirsi una casa OFF GRID con pochi soldi partendo da un container – PARTE 1

Morris San

17 comments

Vendetta 07/04/2021 at 21:08

Se posso vorrei condividere alcuni link con scritti utili in merito:
1) Appunti difesa NBC (nucleare biologico e chimico) https://drive.google.com/file/d/1H57yhvwhV1C1ifsqXmUT0i1xl5Xttalu/view?usp=sharing

2) LIbro (in inglese) sulla auto sussistenza https://drive.google.com/file/d/14xHR64jXSEnGL_mCRpMmckyVGT-_bkbA/view?usp=sharing

3) Come costruire un impianto fotovoltaico da zero https://www.youtube.com/watch?v=VN5BtzTyMvQ

4) Impianto fotovoltaico da 12 Volt https://www.youtube.com/watch?v=f48A7_IuHuc

francesco18 23/12/2022 at 09:35

Grazie Vendetta. Sei sempre una miniera di informazioni tattiche utilissime. E’ proprio vero che non basterebbero tre vite per imparare tutto quello che occorre sapere (ad averle, tre vite…beati i gatti che ne hanno nove…). Ciao e Buon 2023

Vendetta 23/12/2022 at 10:44

Di niente figurati, mi piace dare le informazioni che servono anche ad altre persone , altrimenti io che me ne farei? Si le userei in caso di necessità, ma finirebbero di venir utili nel momento nel quale non ne avessi più bisogno invece la conoscenza va elargita a chi la potrà poi usare

Pamela 15/01/2023 at 21:24

Ciao Vendetta, per coloro che hanno un eco villaggio come si fa a distillare l’acqua salata a quella dolce? c’e un sistema ? Grazie

Vendetta 16/01/2023 at 09:49

Ciao Pamela in sostanza bisogna distillare scindendo l’acqua dal sale, ergo si può fare con un sistema che usi il calore del sole , ma funziona solo in estate oppure usando un pannello solare per l’acqua oppure tramite riscvaldamento dell’acqua con il fuoco per far evaporare il liquido e farlo poi raffreddare in un altro contenitore, dopo il passaggio in serpentina raffreddata. Questo se non si vuole usare l’energia elettrica. Altrimenti si può usare un contenitore tipo boiler modificato che abbia una serpentina sempre raffreddata con raccolta di acqua distillata. Ricorda che l’acqua distillata non va bene per uso prolungato negli esseri umani perché diventa debole di sostanze chimiche come i sali minerali ergo bisogna aggiungere all’acqua la giusta quantità di acqua per rimineralizzarla. In compenso si tratta di acqua pura quindi, essendo stata bollita , non si dovrebbero trovare sostanze pericolose, ma non ho la certezza in questo caso per certe sostanze chimiche industriali.

Comunque il principio di distillazione è in sostanza una bollitura dell’acqua da trattare (dovrete poi eliminare i residui che rimarranno nel primo contenitore) che deve circolare in un sistema chiuso per poi passare , dopo raffreddamento dei vapori di acqua, in un altro contenitore pulito. Purtroppo qui non posso disegnare altrimenti potrei farti capire meglio. Se cerchi su youtube come distillare l’acqua troverai un sacco di video. Dopo averne visto almeno qualcuno dovresti capire che il sistema di distillazione è basato su principi molto semplici. Unica differenza è quale tipo di energia usare per scaldare l’acqua.

Col sistema di distillazione si può anche usare per fare alcol e simili solo che in quel caso è necessario usare un alcolimetro per scartare code e teste dell’alcol prodotto evitando di avvelenarsi con gli scarti molto tossici.

Vendetta 07/04/2021 at 20:55

C’è il principio ma è un metodo che spreca molta energia e acqua. Sarebbe molto più utile un dissalatore solare semplice. Fare una buca ad alcuni metri da un corso di acqua oppure dalla battigia del mare. Mettere al centro della buca un contenitore che verrà tappato da una garza fine (per evitare di dover filtrare l’acqua che entrerà in esso altrimenti si può filtrare dopo ma si ha bisogno di succhiare da una cannuccia per estrarre l’acqua dalla buca) bloccandola con un filo o un elastico. Mettere sopra la buca una coperta di plastica (da pocurarsi da sacco per spazzatura, una coperta di plastica impermeabile, eccetera) , bloccare e sigillare i lati del telo di plastica. Mettere al centro dello stesso un sasso che consenta di far cadere l’acqua che si distillerà grazie alla differenza terminca tra terra/sabbia e sole… l’acqua filtrerà dal fiume o dal mare e passerà nella buca. Ovviamente se non si vuole ogni volta aprire la buca per poter bere, il che renderebbe il dissalatore/potabilizzatore inusabile per un po’ , si deve mettere dentro il barattolo o il contenitore A BOCCA LARGA quindi non bottiglie a collo stretto, una cannula dalla quale succhiare l’acqua podotta … di solito si lascia tutta la notte e con la differenza termica tra notte e giorno, l’acqua appare. In teoria si può filtrare potabilizzare 1/2 litro di acqua ogni 24 ore fino ad arrivare a un litro nei luoghi scelti meglio. Il metodo si può usare anche senza corsi di acqua o mari vicini ovvio che la resa è inferiore. Per costruire un distillatore che usi fiamme simile a quello presentato è molto meglio usare materiali come argilla (sigillante) una serpentina di rame e bambù oppure contenitori di metallo come contenitori .. altrimenti il vapore acqueo (come nell’esperimento del video) e la perdita complessiva di acqua è troppo alta rispetto al consumo energetico di legna

Drey Pîrat 06/04/2021 at 21:54

In una spiaggia con un telo di plastica e un contenitore si riesce a ricavarne un po’ scavando una buca ragionevolmente grande e fonda coprendola con il telo avendo cura di porre un sassolino che crei un fulcro di raccoglimento al centro, il contenitore posto esattamente sotto nella buca raccoglie tutte le gocce di condensa…un mezzo litro al giorno sembra…
secondo bear grill una famiglia intera famiglia e’ sopravvissuta idratandosi 28 giorni con clisteri di acqua di mare….si puo’ usare anche acqua relativamente marcia…i batteri che ci ucciderebbero bevendola vengono annientati dal sistema digestivo inferiore…..non vorrei provare pero’ hahaha

Maurizia Plebani 06/04/2021 at 20:47

Molto utile. Grazie

Luciano Castellano 06/04/2021 at 20:44

Ottimo Morris, una conoscenza che potrebbe ( speriamo di no) servire.

Bhakti San 06/04/2021 at 18:14

Speriamo che non serva mai,ma nel dubbio..😅😎

vittorio 06/04/2021 at 16:36

Ciao Morris e Team n°6, video molto interessante, grazie

Numero 6 07/04/2021 at 11:10

Grazie Vittorio!!

daniele galliano 06/04/2021 at 13:44

Grazie per queste informazioni Morris. L’abbonamento alla tua piattaforma è uno dei migliori investimenti che io abbia fatto

Morris San 06/04/2021 at 15:40

Grazie Daniele

Marco I. 07/04/2021 at 00:28

Concordo con te perfettamente!! Soldi spesi benissimo! Non siamo più abituati a ragionare come se fossimo su un isola deserta, ma forse, è meglio incominciare 🙂 dobbiamo affidarci alle nostre capacità e possibiltà di sopravvivere, ora più che mai!! E questa piattaforma offre spunti fantastici su una miriade di argomenti!!

Antonella Rancan 06/04/2021 at 13:34

Ok grazie però io ho fatto un po’ di ricerche per depurare L acqua dalle radiazioni e nessuno te lo dice ,hanno tutti il brevetto ,è quello secondo me sarebbe molto utile si nostri giorni grazie ancora Morris

Morris San 06/04/2021 at 15:42

Ciao Antonella, lavoreremo sa tanti documenti.
E` solo questione di tempo

Scrivi un commento

Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info