Dove e come trasferirsi

Fai Da te – Procedimento di filtrazione e purificazione dell’acqua

Se l’unica acqua che hai a disposizione proviene da una pozzanghera sporca, segui i passaggi seguenti per assicurarti di ottenere acqua potabile, pulita e sicura.

Avrai bisogno dei seguenti articoli per riuscire in questo esperimento:

  • 1 bottiglia d’acqua vuota (di qualsiasi dimensione)
  • una manciata di carbone (da legna bruciata) ridotto in polvere
  • una manciata di sabbia
  • un coltellino tascabile
  • un pezzo di stoffa (qualsiasi cosa, purchè sia stoffa, come un pezzo di t-shirt o un tovagliolo)
  • 1 o più bottigliette d’acqua (se possibile da mezzo litro o meno)

Questa è la procedura:

  1. Raccogli l’acqua in un contenitore e lasciala riposare finché i sedimenti non si depositano sul fondo.
  2. Nel frattempo, taglia a metà la bottiglia più grande che hai a disposizione. Usa il lato con la bocca della bottiglia. Per prima cosa, riponi saldamente il panno all’interno del collo della bottiglia. Ciò impedirà alla polvere di carbone di cadere nell’acqua pulita.
  3.  Inserite quindi uno strato di carbone in polvere. Posizionarlo saldamente è essenziale per la filtrazione!
  4.  Dopo il carbone, aggiungere uno strato di sabbia. Usa il tuo coltellino tascabile per far stare la bottiglia appesa ad un albero, in modo da non doverla tenere in mano.
  5. Versare delicatamente l’acqua sporca sopra la sabbia.
  6. Usa la metà inferiore della bottiglia per raccogliere l’acqua pulita. Potrebbe volerci molto tempo, ma ne varrà la pena.
  7. Il passaggio finale è purificare l’acqua in modo da essere sicuro che sia priva di agenti patogeni a base acquosa. Potrai scegliere uno dei metodi di purificazione discussi sopra, a seconda delle tue risorse.

In conclusione

L’acqua è una delle risorse più vitali al mondo. In media, un essere umano non può sopravvivere più di dieci giorni senza acqua. Sembra fin troppo perchè in realtà, dal terzo giorno, il nostro corpo inizierebbe a deteriorarsi rapidamente e alcuni organi si indebolirebbero, spegnendosi poi completamente. Non è una sfida che consiglierei a chiunque di provare a casa.

Una delle lezioni più preziose che possiamo imparare dal survivalismo è trovare l’acqua e purificarla. Ad un certo punto della nostra vita potremmo trovarci di fronte a più scenari, dalla siccità alle inondazioni. Durante una siccità, la nostra lotta sarà trovare l’acqua. Durante un’alluvione, la nostra lotta sarà liberarci dell’acqua, ma trovare acqua pulita da bere. Dovremo, in ogni caso, essere in grado di purificare l’acqua per poter sopravvivere.


AIUTACI A RAGGIUNGERE PIU' PERSONE POSSIBILI. Creare l'informazione libera ha un costo ed abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti. Potrai ACCEDERE SUBITO A 4280 VIDEO ESCLUSIVI ed i corsi sull’oro, criptovalute e la creazione della comunità grazie a 5 giorni di prova GRATUITA. CLICCA QUI ADESSO


ARTICOLI CORRELATI

Il cambiamento climatico farà scomparire l’acqua nei prossimi anni

Numero 6

Cosa potrebbe succedere se tutta l’acqua salata diventasse acqua dolce?

Anonymous

Fai Da te – Procedimento di filtrazione e purificazione dell’acqua

Numero 6

Tutorial: come ottenere acqua potabile partendo dall’acqua salata

Numero 6

Come sopravvivere senza cibo o acqua

Numero 6

Elettrolisi, cosa si nasconde nell’acqua di tutti i giorni

Numero 6

5 comments

Claire 02/12/2020 at 12:27

Ciao Morris Sun,
Sai se si può utilizzare anche la Shungite per purificare l acqua?

Jojey 01/12/2020 at 11:42

Una precisazione..,esiste il DIGIUNO SECCO, ne avete mai sentito parlare? Bene…io l’ho fatto per 8 gg e consiste nel non mangiare ne’ bere ne’ lavarsi per 8 gg( nel mio caso), tranne che fare abluzioni di acqua ghiacciata ( in caduta libera dalla testa fin tutto il corpo) al mattino. È una vera e propria disintossicazione! E cura ….cura…..Ma poi Finito ovviamente bisogna reintegrare. Morris…puoi dare informazioni anche in merito all’ importanza dei DIGIUNI.! ?Provate a leggere il libro di SERGEJ FILONOV !

Roby Lory 30/11/2020 at 16:08

Caro Morris grazie per i preziosi consigli che tu e il tuo gruppo di lavoro ci state dando in questi tempi di guerra.

Alessandro Galli 30/11/2020 at 10:08

Grazie per quello che fai Morris 👍

Morris San 30/11/2020 at 12:24

grazie a te Alessandro per il supporto 🙂

Scrivi un commento

Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info