Riflessioni

Andrea e Marco: come una scelta fa la differenza e porta al successo

Oggi vi raccontiamo la storia di due figli, nati da una coppia di lavoratori, Andrea e Marco. Entrambi crescono insieme facendo lo stesso asilo, elementari, medie e superiori.
Tutto questo cambia quando Andrea decide di affrontare la vita e ciò che viene insegnato a scuola diversamente dal fratello Marco.

Testo del video

Adesso vi racconto una storia:

Esiste Mario che lavora 8 ore in fabbrica 
Un giorno Mario conosce nella stessa luogo di lavoro Maria anche lei lavora 8 ore al giorno, dal lunedi al venerdi , a volte entrambi fanno straordinario e lavorano anche il sabato

Mario e Maria incominciano a frequentarsi e dopo breve tempo si fidanzano.

Essendo schiavi pur non sapendolo si frequentano solo nei fine settimana, avendo la convinzione che la loro vita e` normale.
E` normale lavorare 40/48 ore a settimana per tutto il resto della loro vita.
Se lo fanno tutti e` normale.

Mario decide di sposare Maria e dopo breve tempo nasceranno due figli: Andrea e Marco. 

Entrambi andranno all’asilo per poi passare alle elementari e poi alle superiori

Andrea e` un bambino pieno di ambizioni , con tanti sogni

Mentre Marco si accontenta dei racconti raccontati a scuola, Marco desidera non fare carriera e fare lo schiavo dipendente per tutta la vita

Mentre Andrea al contrario risulta essere per la società un po ‘ribelle, non riesce a studiare quelle quattro stronzate raccontate a scuola.
Andrea è` più` attratto a cambiare vita a migliorare la propria persona e cerca di incontrare persone che possano aiutarlo a cambiare la propria vita

Mentre Andrea segue la propria strada ,Marco a causa del modello sociale imposto dal governo mondiale, spende la maggior parte delle sue ore chiuso a scuola.
Marco pian piano risulterà` più debole rispetto a suo fratello Andrea, si farà` plasmare ad immagine e somiglianza dai suoi insegnanti

Intanto gli anni passano e Andrea e Marco prendono due strade diverse..

Durante questo periodo Marco subirà` un indottrinamento da parte dei suoi insegnanti, i quali la stragrande  maggioranza sono di sinistra pertanto sin da bambino gli verrà fatto credere che vivere nella miseria e fare lo schiavo 8 ore al giorno e cosa sana e giusta.

Oppure potrà` diventare anche lui  un servo e diventare un professore in modo che possa indottrinare a sua volta  altri bambini, in modo che la catena non venga mai interrotta.

Mentre Andrea, credendo in se stesso, lascia la scuola ,ma  non smette di studiare.

Decide solo lui che tipo di libri leggere e quanto tempo dedicare allo studio per cambiare e migliorare la sua vita.
Inoltre comincia ad entrare nel mondo del lavoro, in modo da capire come funziona un’impresa.

 

Mentre Marco dopo essersi diplomato trova un lavoro in un’azienda senza farmi domande , lavorerà` solo per svolgere i compiti che da buon schiavo dovrà eseguire senza farsi mai una domanda.

 

Andrea al contrario di Marco non accetta che la sua vita voglia dire solo lavorare 8 ore al giorno per tutto il resto della sua vita, pertanto decide di studiare l’azienda nella quale lavora.
Studia ogni segmento, tutto l’organigramma per meglio capire come può uscire dal mondo della schiavitu.
In quanto ancora oggi ci sono persone che non hanno ancora realizzato che il mondo del lavoro da dipendente non è` altro che una vera schiavitu, una volta vi erano le catene, oggi vi e` quel misero stipendio che vi tiene schiavi legati ad un datore di lavoro che come se fosse un imperatore possiede le sorti del vostro futuro.
La verita` amici e` che un dipendente non e` altro che uno schiavo di nuova generazione

 

Intanto gli anni passano e quando Andrea e Marco si confrontano con i loro genitori Marco risulta essere il figlio corretto, colui che segue le regole.
Mentre Andrea è un ribelle, un fuori di testa.
Lasciare un posto fisso per mettersi in proprio e` un qualcosa di inconcepibile per dei genitori che hanno sempre fatto gli schiavi, scusate volevo dire i dipendenti.

Passano gli anni e i genitori di Marco e Andrea diventano vecchi e dopo una vita di sacrifici, muoiono senza nulla senza aver costruito niente.
Una vita di sacrifici per nulla, solo per alzarsi, dormire, mangiare pagare le tasse.
Dei perfetti schiavi.

 

Marco non Ragiona più, voi per l’indottrinamento dei genitori che non gli hanno mai insegnato a sognare. Visto che loro stessi non sapevano il significato del termine sognare, hanno sempre portato i loro sogni all’altezza delle loro possibilità`.
Mentre invece un essere umano dovrebbe  portare sempre le proprie ambizioni all’altezza dei propri sogni.

Proprio in questo Andrea ha investito, nei sogni, desidera una villa e si e` messo a  lavorare duro per potersi permettere la villa.
Ha desiderato la Ferrari e ha lavorato duro per potersela permettere.

La prima cosa che capì Andrea e che la Società ci mente tutti i giorni, attraverso la tv, attraverso giornalisti corrotti, politici corrotti, magistrati corrotti, forze dell’ordine corrotti.

Andrea non crede più nel sistema.
Andrea ha deciso di sognare in grande e di essere lui il sistema.

Intanto gli anni passano  e mentre Marco si troverà vecchio con una misera pensione il fratello Andrea ha costruito un grande impero intorno a sé.

Andrea aveva capito sin da subito che non era un albero e se hai la sfortuna di nascere nella famiglia sbagliata nel posto sbagliato vi e` sempre una possibilità nella vita per cambiare vita.

Non dimenticarlo mai, noi non siamo alberi, siamo esseri viventi creati da Dio per vivere e amare e goderci la vita e non per fare una misera vita chiusi in una fabbrica di qualche lobby che l’unico a beneficiare dei profitti sarà` sempre quell élite del 1%
A questo punto ti chiedo: Chi vuoi essere tu ?
Marco uno schiavo a vita
O preferisci spezzare le catene ed essere un Andrea un  uomo libero.
Non so voi amici,  ma io già tanto tempo fa ho scelto la libertà.
Se volete essere liberi crediate in Dio ed in voi stessi.
Solo in questo modo sarete liberi e come dico sempre:

 

QUANDO DIO È` CON NOI NOI SIAMO LA MAGGIORANZA

 

 


AIUTACI A RAGGIUNGERE PIU' PERSONE POSSIBILI. Creare l'informazione libera ha un costo ed abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti. Potrai ACCEDERE SUBITO A 8260 VIDEO ESCLUSIVI con solo 1 Euro. CLICCA QUI ADESSO


ARTICOLI CORRELATI

Ma davvero Il cambiamento climatico farà scomparire l’acqua nei prossimi anni?

Numero 6

Siamo stati plagiati fino a confondere il vero con il falso

Numero 6

Contenuto Forte: i bambini Bacha Bazi, bottino per i talebani

Morris San

Ti spieghiamo cos’è l’adbuction: in cosa consiste il rapimento alieno?

Numero 6

Il manuale del Covidiota: Nicola Nicoletti

Morris San

Matteo Gracis racconta il dietro le quinte del parlamento

Morris San

7 comments

mattia fabris 08/02/2023 at 11:55

Bravo Morris !!! bel lavoro !!! io sto cercando in tt le maniere di cambiare in meglio ho avuto dei mesi dv ero bloccato .. ma ho ripreso il canale you tube di nuovo x le mani!! !!!!

mattia fabris 08/02/2023 at 11:54

Bravo Morris !!! bel lavoro !!! io sto cercando in tt le maniere di cambiare in meglio ho avuto dei mesi dv ero bloccato .. ma ho ripreso il canale you tube di nuovo x le mani!! grazie !!!!

francesco camarda 07/02/2022 at 15:19

Da incatenato a produttore di catene?
Capisco il senso del tuo video,ma manca la terza via.La riesci a vedere?
Con affetto,
Francesco da Nuoro

Piera Balocco 06/02/2022 at 13:20

A volte basta cambiare punto di vista… Ormai è dal 15 ottobre che non vado ogni giorno a fare la schiava… Avevo bisogno di guardare da fuori quello che mi costringevo a fare ogni giorno: la schiava… La dipendente insomma… Ora non so se avrò la possibilità di tornare a lavoro, ma so perfettamente che non voglio tornare. Sto prendendo una seconda laurea e quel lavoro è la mia palla al piede…

Fabioz Zotti 06/02/2022 at 10:15

A 46 anni si può ancora sognare?

Piera Balocco 06/02/2022 at 13:22

No… Se hai più di 40 anni, fai anche 35…per l’élite sei inutile… Dovresti solo togliere il disturbo.

GIORGIO GOIA 06/02/2022 at 08:39

Sembra la mia storia🤣

Scrivi un commento

Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info