Dove e come trasferirsiGratis

Elenco aggiornato Settembre 2021: Quali nazioni sono entrate in dittatura Green Pazz

Molti Paesi dell’Unione Europea hanno reso obbligatorio il Green Pass dichiarando vietato l’ingresso in bar, ristoranti e vari esercizi pubblici senza la prova di aver ricevuto il nino.

In altre parole, sempre più Paesi stanno accogliendo la dittatura sanitaria a braccia aperte rendendo il nino obbligatorio senza però dichiararlo tale, ma attraverso la minaccia di non poter più condurre una vita normale e libera come lo era prima del famoso 2020.

Per fortuna non tutti gli Stati hanno aderito a questa follia quindi, per fare chiarezza e indicarvi i posti in cui potete stare tranquilli da queste regole assurde, abbiamo preparato per voi un elenco in cui vi indichiamo quali Stati europei hanno introdotto la dittatura e quali no.

Una piccola premessa doverosa: con questo articolo non stiamo dicendo di essere in possesso di un metodo per ottenere Green Pass falsificati, vi stiamo solo suggerendo i luoghi in cui non dovrete preoccuparvi di doverne avere uno.

Elenco dei Paesi per capire se è richiesto o no il Green Pass

Albania – Paese Libero

E’ richiesto il Green Pass per entrare nel Paese, ma questo non è fondamentale. Infatti può bastare anche un tampone con esito negativo. Inoltre non è richiesta la mascherina, ne il Green Pass per accedere a determinati luoghi.

Austria – Dittatura Completa

L’ingresso a ristoranti, teatri, hotel, impianti sportivi e luoghi per la cura personale è concesso mostrando la prova dell’avvenuto nino, un test negativo o un certificato di guarigione dal moscone.

Belgio – Dittatura Parziale

I turisti e i residenti belgi che partecipano a eventi all’aperto di 1.500 persone o più, possono richiedere un Safe Ticket che li esenterà dall’indossare la maschera o dal distanziamento sociale.

Per avere diritto al biglietto è necessario essere stati completamente ninati da minimo due settimane, avere una prova di guarigione dal moscone negli ultimi sei mesi oppure avere un test PCR o antigenico negativo (valido il giorno del test e per i due giorni successivi).

Il Safe Ticket sarà esteso anche agli eventi all’interno di 1.500 persone o più a partire dal 1° settembre.

Bulgaria – Paese Libero

Non ci sono informazioni.

Croazia – Paese Libero

Non ci sono informazioni.

Cipro – Dittatura Completa

Chiunque visiti ristoranti al coperto, bar e altri luoghi a Cipro deve avere il Safe Pass che documenta di aver avuto il nino da oltre tre settimane oppure un test negativo.

Danimarca – Paese Libero

La Danimarca aveva inizialmente adottato l’utilizzo del green pass in tutti i luoghi di ristorazione e culturali al coperto, ma ha recentemente abolito tutte le restrizioni ed è ufficialmente un paese in cui non fa differenza se hai il pass oppure no.

Estonia – Paese Libero

Non ci sono informazioni.

Finlandia – Paese Libero

Non ci sono informazioni.

Francia – Dittatura Completa

Il presidente Macron ha ordinato che tutti i turisti che intendono recarsi in luoghi di ospitalità al coperto con una capacità superiore a 50 sono tenuti a mostrare il green pass.

Dal 9 agosto, anche i residenti ne hanno bisogno per partecipare a eventi con una capacità di oltre 1000 persone. Vengono rilasciati a coloro che sono completamente ninati o a coloro che sono guariti negli ultimi 6 mesi. Anche le persone con PCR e test antigenici negativi da meno di 48 ore possono accedere al green pass.

Germania – Dittatura Completa

Per accedere agli spazi al chiuso si deve essere ninati, guariti o testati negativamente e mostrarne la prova attraverso l’EUDCC, ovvero lo stesso certificato di ninazione già in utilizzo precedentemente per poter viaggiare in determinati paesi con rischi di malattie endemiche.

Sono esenti i bambini di età inferiore ai 6 anni e quelli regolarmente testati nell’ambito della loro scolarizzazione.

I politici tedeschi affermano che i pass sono obbligatori nelle aree con oltre 35 casi di moscone ogni 100.000 persone. In Baden-Württemberg, Berlino, Bassa Sassonia, Renania-Palatinato e Saarland, questa politica si applica a prescindere.

Questo è stato introdotto dopo che il capo dello staff della cancelliera Angela Merkel ha ammesso che sarà molto più facile in futuro per le persone ninate “avere più libertà” quando partecipano a eventi su larga scala come concerti e partite sportive.

Grecia – Dittatura Completa

L’app greca Moscone Pass controlla lo stato “sicuro” dei clienti e verifica se un individuo è stato ninato o no, guarito dal moscone o ha recenti risultati negativi di test PCR o antigenici. E’ necessaria per entrare in ristoranti, caffè e bar.

Inoltre il governo greco ha uno schema separato – il Freedom Pass – progettato per incoraggiare i giovani dai 18 ai 25 anni a farsi ninare.

Italia – Dittatura Completa

È richiesto il green pass per tutti i locali pubblici al coperto. Fornisce la prova che il titolare ha ricevuto almeno una dose del nino, è guarito dal moscone oppure ha fatto un test con risultato negativo nelle 48 ore precedenti.

Agisce come un’estensione dell’EUDCC e consente alle persone di età superiore ai 12 anni di frequentare luoghi di ospitalità e grandi raduni come musei, feste private ed eventi sportivi.

Lettonia – Paese Libero

Non ci sono informazioni.

Lituania – Dittatura Completa

E’ richiesto il Green Pass per poter accedere a tutte le attività.

Lussemburgo – Dittatura Parziale

I clienti con certificato digitale di avvenuto nino possono usufruire dell’ospitalità indoor fino all’1 di notte senza limitazioni. Chi ne è sprovvisto deve indossare le mascherine e praticare il distanziamento sociale.

E’ possibile presentare la verifica del certificato sia in formato elettronico che cartaceo, oppure tramite app MosconeCheck.

Malta – Paese Libero

Non ci sono informazioni.

Paesi Bassi – Dittatura Completa

Nessuna implementazione legale formale di un green pass per eventi e ospitalità, ma le attività che controllano la prova del nino sono le uniche che possono essere aperte a pieno regime.

Polonia – Paese Libero

Non ci sono informazioni.

Portogallo – Dittatura Completa

È obbligatorio presentare un certificato EUDCC o un test negativo quando si entra in strutture turistiche (al momento del check-in), terme, corsi collettivi di ginnastica, casinò ed eventi culturali con oltre 500 persone al chiuso o 1000 persone all’aperto.

Dopo le 19:00 e nei fine settimana e nei giorni festivi anche i ristoranti richiedono la prova del nino o un test negativo. Questo non si applica ai bambini sotto i 12 anni.

Regno Unito – Paese Libero

Da settembre e’ stato abolito l’utilizzo del Green Pass nel Regno Unito.

Repubblica Ceca – Paese Libero

Non ci sono informazioni.

Repubblica d’Irlanda – Dittatura Parziale

Pub, caffè e ristoranti possono servire solo persone con pass EUDCC al chiuso. Questo può essere presentato in formato digitale o cartaceo. In alternativa, sono benvenuti anche i clienti che possono dimostrare di essere guariti dal moscone negli ultimi 6 mesi.

Romania – Paese Libero

Non ci sono informazioni.

Slovacchia – Paese Libero

Non ci sono informazioni.

Slovenia – Dittatura Parziale

L’ospitalità indoor è aperta ai maggiori di 18 anni che sono ninati o in possesso di test negativo. Ciò include: strutture turistiche e di ristorazione, eventi culturali e sportivi, casinò e fiere e incontri pubblici di oltre 100 persone.

Spagna – Dittatura Parziale

Sebbene la Spagna nel suo insieme non abbia introdotto il green pass, la regione della Galizia e delle Isole Canarie lo hanno fatto. I residenti di queste zone devono dimostrare di essere ninate, guarite o avere un recente test negativo tramite un certificato digitale.

Nessuno dei due governi ha però confermato nulla riguardo i turisti per farli accedere a bar, caffetterie e ristoranti al coperto.

Viene ancora incoraggiato l’utilizzo delle mascherine negli spazi interni ed esterni.

Svezia – Paese Libero

Non ci sono informazioni.

Svizzera – Dittatura Completa

E’ obbligatorio esibire il Green Pass per entrare in ristoranti, cinema, teatri, musei, palestre e per poter partecipare alle lezioni scolastiche e universitarie in presenza.

Ungheria – Paese Libero

Non ci sono informazioni.

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO AIUTO PER AGGIORNARE QUESTA LISTA.

SCRIVI NEI COMMENTI SE HAI INFORMAZIONI AGGIUNTIVE CIRCA ALTRE EVENTUALI LIMITAZIONI CREATE DAI GOVERNI.


AIUTACI A RAGGIUNGERE PIU' PERSONE POSSIBILI. Creare l'informazione libera ha un costo ed abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti. Potrai ACCEDERE SUBITO A 4280 VIDEO ESCLUSIVI ed i corsi sull’oro, criptovalute e la creazione della comunità grazie a 5 giorni di prova GRATUITA. CLICCA QUI ADESSO


ARTICOLI CORRELATI

Ecco quali sono le restrizioni per viaggiare dei paesi del Nord America

Numero 6

Ecco quali sono le restrizioni per viaggiare dei paesi dell’America Centrale

Numero 6

Ecco quali sono le restrizioni per viaggiare dei paesi del Sud America

Numero 6

Ecco quali sono le restrizioni per viaggiare dei paesi dei Caraibi

Numero 6

Ecco quali sono le restrizioni per viaggiare dei paesi Europei

Numero 6

Gli stati e paesi con le frontiere aperte, senza quarantena e tamponi

Numero 6

20 comments

Simone Tonon 22/02/2022 at 22:56

La Slovenia ha tolto il PCT (green pass). Obbligatorio solo in case di cura e similari.

1 2

Scrivi un commento

Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info