Dove e come trasferirsi Video Degli Utenti

Cosa mettere nello zaino come kit di sopravvivenza

Vi riportiamo questo video utilissimo realizzato da https://www.youtube.com/c/Misteridellaterra/videos

Sono riportati tutti gli oggetti che bisogna mettere in uno zaino da utilizzare in caso sia necessario rifugiarsi da qualche parte.


AIUTACI A RAGGIUNGERE PIU' PERSONE POSSIBILI. Creare l'informazione libera ha un costo ed abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti. Potrai ACCEDERE SUBITO A 2380 VIDEO ESCLUSIVI grazie a 5 giorni di prova gratuita. CLICCA QUI ADESSO


ARTICOLI CORRELATI

Costruirsi una casa OFF GRID con pochi soldi partendo da un container – PARTE 1

Morris San

Tutorial: come ottenere acqua potabile partendo dall’acqua salata

Numero 6 Team

15 utili strumenti per la sopravvivenza, tutti dovrebbero averli!

Numero 6 Team

Vocabolario della Sopravvivenza Italiano-Inglese

Numero 6 Team

Tre abilità fondamentali per sopravvivere

Numero 6 Team

Come sopravvivere senza cibo o acqua

Numero 6 Team
  • Dimenticavo (perché Morris non metti la possibilità di correggere i commenti sennò tocca sempre farne uno nuovo?) : La maschera mostrata ha già il filtro attaccato… MAI farlo perché comicerà a decadere il filtro e quando vi servirà non filtrerà più niente. Il filtro va tenuto dentro la confezione sigillata con i sigilli che chiudono gli attacchi!! Altro commento: un tarp bisogna averlo perché la cerata è veramente ridicola e non tiene molta acqua (serve un tarp con colonna d’acqua di almeno 3000 mm) e imparare a usare tutto il materiale che si mette dentro. Questo zaino lo userete forse per una fuga veloce come dicevo nell’altro mio commento quindi cazzate come vitamine e sali minerali potete lasciarli a casa. L’acqua è findamentale cibo solo per 3 giorni e a tenuta stagna. Eventuali cambi di vestiti o intimo DEVONO essere messi in una sacca impermeabile altrimenti vi mettterete cose bagnate sotto l’acqua … non ha senso. Il canocchiale marino non serve a una cippa è solo peso in più…. la siringa si… va bè… questo ha fatto un video prendendo info su vari libri ma non ci capisce na cippa di sopravvivenza… Poi non occorre spendere chissà quali cifre ma non andate nel mercatini dei cinesi per prendere cose che dovrebbero salvarvi la vita. Qualcosa di buono lo trovate anche lì ma se non sapete come scegliere cercate cose di qualità media. Un radio scanner non serve a niente se no lo sapete usare e da noi non serve a molto perché questi strumenti non sono sempre compatibili con le frequenze usate da noi e dovreste avere un patentino o rischiate pure multe e denunce. Perché poi si porta un GPS se ha una bussola? Tengo a precisare che il GPS ha bisogno di essere con le batterie cariche e avere segnale (non sempre c’è) …. la bussola se la sai usare ti muovi come vuoi. La balestra …. stendiamo un velo pietoso… poi sulle sfere di acciao … cazzo ci cacci con le sfere d’acciaio? I canarini? Le sfere di acciaio si perdono ogni volta che scoccate…. e pesano un botto sul totale del peso dello zaino quindi…. assa stà!!! Il machete… siete nella giungla? Ok sennò prendete un coltello serio non troppo grande ma nemmeno troppo piccolo e siete a posto… non dovete abbattere alberi nei 3 giorni per salvarvi la vita altrimenti è tutto sbagliato. Video interessante ma sbagliato nei principi base

  • Come zaino di sopravvenza inteso come B.O.B. potrebbe andare bene ma per la sopravvivenza a lungo termine o breve? Lo zaino B.O.B. ha una autonomia di 3 giorni per tirarsi fuori da una situazione di pericolo non di sopravvivenza a medio e lungo termine. Lo zaino per la vita bushcraft quindi lungo periodo è molto pesante e possiede molte cose tutte utili alla vita a lungo termine. Poi la sopravvivenza viene intesa, come termine, per tirarsi fuori da situazioni pericolose in fretta non per restare vivi a lungo termine. Le tecniche survival civili e militari, poi, sono differenti e richiedono skills differenti e addestramenti di diverso tipo. Il militare deve rientrare al plotone o riunirsi alle milizie velocemente tirandosi fuori dal territorio nemico senza farsi uccidere, il che implica fare ripari mimetizzati e spesso il non utilizzo del fuoco che potrebbe segnalare la sua presenza alle truppe avversarie. Il civile che ha avuto un incidente (aereo, macchina, eccetera) e deve ritornare alla civiltà, deve restare vivo, cercando di venir trovato quindi usa altre tecniche. Il civile non ha bisogno di conoscere le tecniche di tracking (seguire le tracce se non in minima parte a meno che non abbia anche peculiarità da cacciatore) mentre il militare deve saper indivuare trappole (oltre che farle) o la presenza di nemici. Insomma le cose dette nel video sono utili ma da prendere solo come idea in generale … tra l’altro quel B.O.B. indica che è di un prepper che ha altre tecniche e skills rispetto alla sopravvivenza precedentemente indicate.

  • Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info

    >