Esoterismo e Massoneria Membership

Il misterioso caso del Cecil Hotel: la morte di Elisa Lam

Ci sono misteri che sono così inquietanti e strani che lasciano perplessi la mente per giorni e giorni. Il caso di Elisa Lam è uno di questi. Nel febbraio 2013, questo studente di 21 anni di Vancouver, in Canada, è stato trovato morto all’interno della cisterna d’acqua sul tetto del Cecil Hotel a Los Angeles. Il Dipartimento del Coroner della contea di Los Angeles ha stabilito che la morte “accidentale a causa di annegamento” e ha detto che durante l’autopsia non sono state trovate tracce di droghe o alcol. Tuttavia, c’è molto di più nella storia di ciò che è implicito nei rapporti della polizia. La prima prova che deve essere considerata è un nastro di sorveglianza dell’ascensore che ha registrato il comportamento di Elisa solo pochi istanti prima che perdesse la vita.

Il video di quattro minuti pubblicato su YouTube mostra Elisa che preme tutti i pulsanti dell’ascensore e aspetta che si muova. Vedendo che le porte dell’ascensore non si chiudono, inizia a comportarsi in modo estremamente bizzarro.

In un primo momento, Elisa entra nell’ascensore e apparentemente preme tutti i suoi pulsanti. Quindi aspetta che succeda qualcosa ma, per qualche motivo, la porta dell’ascensore non si chiude. Comincia a guardarsi intorno come se stesse aspettando (o nascondendosi da) qualcuno. Al minuto 1:57, le sue braccia e le sue mani iniziano a muoversi in una maniera molto strana (quasi non umana) mentre sembra che stia parlando con qualcuno, qualcosa … o nessuno. Poi si allontana. La porta dell’ascensore si chiude e sembra ricominciare a funzionare.

Subito dopo gli eventi del video, a quanto pare Elisa ha ottenuto l’accesso al tetto dell’hotel, è salita sulla cisterna d’acqua e, in qualche modo, è finita per annegarvi. Il suo corpo è stato ritrovato due settimane dopo la sua morte, dopo che gli ospiti dell’hotel si erano lamentati del sapore e del colore dell’acqua. Incredibile.

Vedendo il filmato di sorveglianza, la maggior parte delle persone avrebbe concluso che era sotto l’effetto di droghe. Tuttavia, Elisa non aveva una storia di uso di droghe e la sua autopsia ha concluso che non erano coinvolte droghe. Quando si guarda al contesto e alle circostanze di questa morte, le cose diventano ancora più misteriose.


La storia oscura del Cecil Hotel

Costruito negli anni ’20 per soddisfare gli “uomini d’affari che venivano in città e trascorrevano una o due notti”, il Cecil Hotel fu rapidamente messo in ombra da hotel più glamour. Situato vicino alla famigerata area di Skid Row, l’hotel iniziò ad affittare stanze a lungo termine a prezzi economici, una politica che attirava una folla più sfuggente. La reputazione dell’hotel passò rapidamente da “ambiguo” a “morboso” quando divenne famoso per numerosi suicidi e omicidi, oltre a ospitare famosi serial killer.

“Parte della sua sordida storia, coinvolge due serial killer, Richard Ramirez e Jack Unterweger. Ora nel braccio della morte, Ramirez, etichettato come “the Nightstalker”, viveva al Cecil Hotel nel 1985, in una stanza all’ultimo piano. Gli venivano addebitati 14 dollari a notte. In un edificio pieno di transitori, è rimasto inosservato mentre inseguiva e uccideva le sue 13 vittime femminili. Richard Schave, ha detto “Stava scaricando i suoi vestiti insanguinati nel cassonetto, alla fine della sua serata ed è tornato attraverso l’ingresso sul retro”. Jack Unterweger, era un giornalista che copriva il crimine a Los Angeles per una rivista austriaca nel 1991. “Crediamo che vivesse al Cecil Hotel in omaggio a Ramirez”, ha detto Schave. È accusato di aver ucciso tre prostitute a Los Angeles, mentre era ospite al Cecil. Negli anni ’50 e ’60 il Cecil era conosciuto come un luogo in cui la gente andava a saltare da una delle finestre dell’hotel per suicidarsi. Helen Gurnee, sulla cinquantina, balzò da una finestra del settimo piano, atterrando sul tendone del Cecil Hotel, il 22 ottobre 1954. Julia Moore saltò dalla finestra della sua camera all’ottavo piano, l’11 febbraio 1962. Pauline Otton, 27 anni, saltò da una finestra del nono piano dopo una discussione con il marito estraneo, il 12 ottobre 1962. Otton atterrò su George Gianinni, 65 anni, che stava camminando sul marciapiede, 90 piedi più in basso. Entrambi sono stati uccisi all’istante. C’è stato anche l’omicidio di uno dei residenti. “Pigeon Goldie” Osgood, un operatore telefonico in pensione, noto per proteggere e nutrire i piccioni in un parco vicino, è stato trovato morto nella sua stanza saccheggiata il 4 giugno 1964. Era stato accoltellato, strangolato e violentato. Il crimine rimane ancora irrisolto. “

Las Vegas Guardian Express

Il caso di Elisa Lam è l’ennesima sordida aggiunta alla storia dell’hotel e può portarci a chiederci: “Che diavolo c’è che non va in quel posto”?


Il film “Dark Water”

Il misterioso caso del Cecil Hotel: la morte di Elisa Lam 8

La storia di Elisa Lam è stranamente simile al film horror del 2005 Dark Water. Dahlia, la protagonista principale del film, si trasferisce in un condominio con la giovane figlia Cecilia. Entrambi questi nomi sono rilevanti. Black Dahlia è il soprannome dato a Elizabeth Short, una donna vittima di un raccapricciante omicidio nel 1947, uno che sembrava essere particolarmente rituale. Il caso non è mai stato risolto. Secondo LA Observed, si dice che Black Dahlia fosse al Cecil Hotel poco prima di perdere la vita.

“La Black Dahlia, Elizabeth Short, è accusata in almeno un libro di aver frequentato il Cecil e aver bevuto al bar accanto prima di scomparire nel 1947, anche se gli storici della cultura Kim Cooper e Richard Schave di Esotouric dicono che si tratta solo di voci. “

LA Observed

Nel film, il nome della figlia, Cecilia, è, ovviamente, abbastanza simile al nome Cecil Hotel.

Dopo essersi trasferita nel suo appartamento, Dahlia nota una fuoriuscita di acqua scura dal soffitto del suo bagno. Alla fine scopre che una giovane ragazza di nome Natasha Rimsky è annegata nel serbatoio dell’acqua sul tetto dell’edificio, che ha fatto diventare l’acqua nera. Il proprietario del condominio era a conoscenza di questo fatto ma si è rifiutato di agire. Il corpo di Elisa Lam è rimasto nella cisterna dell’acqua per più di due settimane, causando agli ospiti dell’hotel il lamento di una “acqua nera” dal sapore sgradevole.

Anche il finale del film è stranamente rilevante: l’ascensore dei condomini non funziona correttamente e il fantasma della madre di Cecilia le intreccia i capelli. La morte di Elisa Lam è uno di quegli omicidi rituali che si rispecchiano sincronicamente in un film di Hollywood?


Un’altra strana coincidenza

Poco dopo la scoperta del corpo di Elisa Lam, a Skid Row, vicino al Cecil Hotel, si è verificata un’epidemia mortale di tubercolosi. Probabilmente non crederai al nome del kit di test utilizzato in questo tipo di situazioni: LAM-ELISA. Questa è la sincronicità estrema.


Nessun gioco scorretto?

Le autorità di Los Angeles hanno stabilito nel giugno 2013 che la morte di Elisa Lam era accidentale e che era “probabilmente bipolare”. Detto questo, alcune domande rimangono senza risposta. Come ha fatto Elisa, che ovviamente non era sana di mente, a finire nella cisterna dell’hotel, zona di difficile accesso?

Come ha affermato l’area del tetto è protetta da un sistema di allarme e il serbatoio dell’acqua è difficile da raggiungere. Come è arrivata Elisa in quella zona? Inoltre, come ha chiuso il coperchio del serbatoio dell’acqua?

Come di solito accade per le morti strane, le autorità sono state incredibilmente riservate e non trasparenti durante questa indagine. Cosa è successo veramente qui? Perché ci sono così tante strane coincidenze? Perché Elisa Lam si comportava in modo così strano nell’ascensore? C’era un aspetto rituale in questa morte? Perché l’Hotel Cecil è un focolaio di questo tipo di storie? Ci sono cose paranormali che coinvolgono entità oscure? Il mistero sembra essere completo e le autorità non sembrano voler approfondire ulteriormente. Forse dovrei citare qui lo slogan che compare sui manifesti dei film di Dark Water: “Alcuni misteri non sono pensati per essere risolti”.


Sulla scena del delitto: Il caso del Cecil Hotel

Qui di seguito il trailer del documentario sul caso del Cecil Hotel


ACCEDI SUBITO A 1,480 VIDEO ESCLUSIVI. Scoprirai la verità su quello che sta succedendo attualmente nel mondo. CLICCA QUI ADESSO


ARTICOLI CORRELATI

Gli artisti amano il simbolismo: Miley Cyrus, Dua Lipa, Jojo Siwa e molti altri

Numero 6 Team

Little Mix, Rita Ora e Miley Cyrus giocano col diavolo!

Numero 6 Team

Madonna, Lady Gaga, Billie Eilish: nemmeno una pandemia può fermare il simbolismo dell’élite occulta

Numero 6 Team

Beyoncé, Selena Gomez, Kylie Jenner: l’élite occulta spinge il suo simbolismo ovunque

Numero 6 Team

Il segno dell’occhio: le origini e il significato occulto

Numero 6 Team

Il significato occulto dietro l’album di The Weeknd

Numero 6 Team
  • Allucinante….Mamma mia cerchiamo di tenere le frequenze alte e di credere sempre al bene perchè la mente crea sicuramente… noi dobbiamo virare sempre verso ambienti e situazioni positive anche quando sembra andare tutto storto attraverso la preghiera e la gioia in parte possiamo scegliere in parte riceviamo quello che generiamo solo così ne usciamo vivi e protetti.
    Spero un giorno possa avere giustizia questa ragazza.

  • Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info

    >