fbpx
Interviste Scomode Ambiente ed Ecologia Membership

VILLAGGIO OFF GRID: Basta, mollo tutto e vado a vivere in campagna!


ACCEDI SUBITO A 1,200 VIDEO ESCLUSIVI. Scoprirai la verità su quello che sta succedendo attualmente nel mondo. CLICCA QUI ADESSO


ARTICOLI CORRELATI

Intervista con l’Avv. Edoardo Polacco: Obblighi legittimi o no?

Morris San

L’alternativa a Whatsapp: Telegram e come renderlo davvero sicuro

Numero 6 Team

Intervista a Marco Mori: contro gli abusi del governo

Morris San

La Verità nascosta 2: intervista al Dr. Franco Trinca

Morris San

Manifestazione satanica di capodanno a Londra

Morris San

Iniziativa IO APRO! Morris San è con voi #IOAPRO1501

Morris San
  • Anch’io praticamente sono iper-green. I detersivi sono una bufala. Ad esempio i piatti li sciaquo solo con acqua fredda e vengono puliti, al massimo uso un pò di carbonato, di solito uso una padella sola per tutto e non la lavo quasi mai, mescolandosi i sapori i cibi vengono più buoni, non faccio quasi mai fritti, eventualmente l’olio di frittura esausto lo uso per impregnare la carta/cartone per accendere la stufa a legna. Nella lavatrice verso l’acqua scaldata con la stufa. Ho un appartamento in zona Milano, faccio 3 sacchi di plastica all’anno, 1 sacco di indifferenziata/anno, l’umido lo butto direttamente nei boschi quando vado a farmi un giro in bicicletta, perchè non mi fido della raccolta comunale. Uso un filtro/alcalinizzatore per l’acqua del rubinetto, per cui non compro bottiglie di plastica, ho anche un depuratore di aria domestica. Nella casa in campagna in affitto che ho in Toscana, uso la stufa a legna, con un seghetto da 6 euro acquistato al brico, vado nei boschi o al mare e taglio tronchetti, per cui non spendo nulla di riscaldamento e per cucinare. L’umido lo butto nell’orto e la pochissima plastica, sacchetti di alimenti principalmente, la butto nella stufa. Rimane la bolletta dell’enel che è salatissima anche con consumi 0, per questo offgrid è ottimo.
    L’orto invernale è fattibilissimo basta seminare con l’ultimo caldo a fine settembre verdure adatte, eventualmente fare un tunnel. Ho fatto anch’io la raccolta olive, è un gran lavoro e a conti fatti costa meno comprare l’olio, se non fosse per la soddisfazione. Il progetto di massimiliano e Cristina è interessante e li contatterò. Tra l’altro a settembre quando sono andato alla manifestazione a Roma sono stato qualche giorno al mare a Tarquinia Lido che è in zona loro, l’avessi saputo…

  • Bellissimo ragazzi, io e la mia compagna viviamo da 3 anni off grid … 100% come i signori intervistati. Abbiamo anche il biogas , ricicliamo i nostri bisogni, quelli degli animali e i rifiuti umidi per produrre il gas per cucinare e fertilizzante per le piante …stiamo alla grande … nel nostro piccolo, mangiamo le nostre verdure ,le uova delle nostre galline … però ha ragione cristiana … nn tutti hanno una visione completa e apprezzano a pieno L off grid.

  • Si bè … .in pratica chi ha soldi farà scelte positive… chi non ne ha cazzi loro …. mi spiace dirlo ma bisogna che siano preparati anche a proteggere le loro terre con la violenza perché con le parole non si fa niente, specie quando c’è fame….. tanti new ager del cacchio con il portafoglio gonfio. Arriveremo a prenderci le vostre cose senza spendere niente. Solo le vostre vite. Ecco chi fa certe scelte DEVE anche pensare a queste cose che sono risapute negli studi statistici di certi accadimenti. Conta niente la scelta new age o mongolofila…. quando la gente ha fame, conta il più forte e preparato non il più evoluto. Io sono senza soldi e calcolo come trovare materiali nel dopo big reset…. nessun problema….. Sono addestrato alla guerra e alla sopravvivenza…. fine dei giochi

    • salve Vendetta, chi non ha soldi ma ha fantasia, può cercare terreni e casali in COMODATO D’USO… Gratis!
      Noi NON SIAMO e non vogliamo essere new age, giacché come sai la new age è una corrente ideata dal deep state per far si che i sognatori restino sognatori e non agiscano mai.
      Noi siamo CONTADINI …. ovvero LAVORATORI.. gente di azione, di sudore, fatica e schiena rotta… Siamo forti perché abituati a tagliare la legna, abituati ad usare i forconi, le pale ed i picconi…
      Prova a vederla da un altro punto di vista… non serve invadere terre e rubare la verdura degli altri …. informati e vedrai che ci sono molti che hanno terreni non coltivati e sarebbero felici di darli da gestire a te … GRATIS… in cambio di qualche pomodoro …
      La vita fa meno schifo se l’affrontiamo con meno violenza…

  • Ciao Morris, video molto interessante. Mi sarebbe piaciuto sapere cosa pensano di criptovalute ed altri sistemi alternativi per essere indipendenti e se hanno termini negoziabili per chi volesse investire nel progetto. Grazie a tutti!

  • Bellissimo il video di Massimiliano e Cristiana…per me sarebbe un sogno andare a vivere,e collaborare lavorando,in un villaggio cosi…sembra di essere in paradiso tutti i giorni,e sono in sintonia,nel lavorare,vivere e collaborare tutti insieme,cosi da aiutarci tutti.da parte mia,le mie competenze sono massaggiatore e calzolaio,ma negli anni ho fatto pure l’aiuto cuoco,il dipintore edile,il giardiniere,mi sono occupato di pulizie interne ed esterne,ma credo,con le persone giuste,visto che ho svolto il servizio militare,potrei seguire anche l’agricoltura,mi piacciono molto gli animali…mai mettersi dei limiti,e seguire sempre le proprie voglie di imparare e il proprio cuore…2 persone veramente super….partirei anche domani

    • Grazie Lorenzo. Proprio ieri abbiamo detto con i primi probabili soci: ” ci servirà anche un calzolaio, nessuno sa più riparare le scarpe” ed ora leggo che è una tua competenza… l’Universo funziona come google: sente ciò che chiediamo e ci mette in contatto.

    • come ho già scritto a tanti qui sotto: ci sono terreni e terreni NON COLTIVATI. Informatevi chi sono i proprietari e chiedete di coltivarli in comodato d’uso! In cambio date ai proprietari un po’ del raccolto. E vissero tutti felici e contenti….

  • Cristiana e Massimiliano: Bravissimi. Davvero complimenti.

    Io non riuscirei a far un centesimo di quel che siete riusciti a fare voi due.

    Non ho neanche l’attitudine giusta per vivere in campagna, dove la vita è piena ma anche (permettetemi il termine) “dura”.

    Quindi, avete tutta la mia stima.

    • Ciao Roberto, grazie dei complimenti, ma se mi permetti, la vita qui è meno dura di ciò che immagini, forse è più dura in città con la frenesia, gli impegni, la burocrazia ed il dover lavorare per pagare bollette, spese condominiali ecc.

  • Questo sito web utilizza Cookies per migliorare la tua esperienza. Se hai dubbi o domande riguardo la nostra privacy & cookies policy, visita la seguente pagina. Accetta Leggi più info

    >